A Cagliari una mostra sulle illusioni, che ha fatto il giro del mondo
Inaugurata Illusion, promossa da Opificio Innova nella Manifattura tabacchi

La cerimonia di inaugurazione

È stata inaugurata a Cagliari, nella cornice della Manifattura Tabacchi, la mostra “Illusion: nothing is as it seems”, uno sguardo all’interno della mente umana attraverso l’esplorazione delle motivazioni e dei meccanismi dell’inganno sensoriale.

A fare gli onori di casa è stato Alessandro Pisu a capo delle operazioni di Opificio Innova che ha portato Illusion in Sardegna: “Questa esposizione, dopo aver girato il mondo, arriva a Cagliari e abbiamo visto tutti che sta generando tanta curiosità tra il pubblico sardo e non solo. Le opere che presentiamo sono state commissionate dalla Science Gallery e dal Trinity College di Dublino, due tra le più prestigiose istituzioni culturali irlandesi oggi attive e presenti nel panorama internazionale. Le opere ci offrono, come suggerisce il titolo, una sfida sotto forma di illusioni sensoriali all’immaginazione del pubblico con l’obiettivo di promuovere la relazione tra cittadini e scienza”.

La mostra segna anche l’avvio, da parte di Opificio, della gestione di una parte degli spazi della Manifattura Tabacchi e rappresenta un esempio delle attività divulgative e innovazione che si intende proporre nei prossimi anni nel capoluogo: “Uno spazio – ha ricordato Pisu – che grazie alla visione della Regione Sardegna e di Sardegna Ricerche sta diventando un vero e proprio hub culturale e vetrina per l’innovazione nel cuore di Cagliari. E a partire dal mese di settembre, Opificio Innova proporrà alla cittadinanza un ecosistema fatto di spazi coworking, dimostratori tecnologici ed aree per l’apprendimento dove tecnologia, innovazione e qualità saranno di casa”.

Taglio del nastro alla presenza del sindaco Paolo Truzzu che ha espresso soddisfazione per l’apertura di un’esposizione dal respiro internazionale in uno spazio che è anche un simbolo per il capoluogo sardo: “Una mostra – ha sottolineato il primo cittadino – che ha girato il mondo, importante, che dà rilievo internazionale alla città. Sono convinto potrà essere un elemento di attrazione per chi vuole venire a visitare Cagliari. In questo particolare momento in cui i luoghi dell’arte e della divulgazione si stanno fortunatamente riaprendo alla presenza dei cittadini, dà una visione di speranza verso il futuro prossimo”.

Secondo Truzzu, iniziative di questo tipo sanno dare “la possibilità di offrire ai giovani e a tutti i concittadini spazi dove poter avere sempre una maggiore condivisione, sviluppare la conoscenza, anche solo la curiosità rispetto all’arte, alla scienza e all’innovazione è uno dei temi su cui l’Amministrazione comunale di Cagliari sta già lavorando”. In rappresentanza della Fondazione di Sardegna, partner dell’evento, è intervenuto il Direttore Generale Carlo Mannoni: “Opificio Innova è un logo importante che vedremo sempre più spesso nelle situazioni scientifiche e culturali in Sardegna. Per noi come Fondazione non è solo un contributo classico, è una partnership che si realizza tra opificio e la nostra società strumentale che si chiama Innois. È molto importante e simbolico che oggi si avvii questo percorso. Il fatto di avere delle mostre che girano il mondo e vengono qua ha un valore e credo che anche il mondo della scuola potrà in futuro beneficiarne. Per cui noi siamo qui non solo come sostenitori materiali ma anche come partner di Opificio e anche di altre strutture che animeranno al Manifattura nei prossimi anni”.

La mostra sarà aperta al pubblico da domani – dalle 9 alle 20 – fino al 31 dicembre. Il biglietto intero costa 10 euro, quello ridotto 8 euro.

Illusion è una esposizione interattiva che permette di indagare su come la percezione sostiene il nostro modo di vedere, sentire, pensare e capire il mondo, e ci mostra come ciò che percepiamo sia molto spesso radicalmente diverso dalla realtà che osserviamo con gli occhi. La mostra presenta una serie di opere d’arte che trattano diversi tipi di illusioni, da Significant Birds di Nye Parry, una illusione uditiva che esplora come un’unica onda sinusoidale venga isolata dalla registrazione di una voce umana, a Cubes di Jennifer Townley, una scultura in alluminio basata su  un motivo geometrico di rombi che danno l’illusione di  vedere sei cubi, mentre in realtà i cubi percepiti risultano dalla composizione di tre rombi. Un’altra opera, The Hurwitz Singularity di Jonty Hurwitz, ci spinge ad interagire con la struttura compositiva prima ancora che l’illusione sia rivelata.

Giovedì, 27 maggio 2021

L'articolo A Cagliari una mostra sulle illusioni, che ha fatto il giro del mondo sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.