“Quella di Sant’Efisio non è la notizia che avrei dovuto dare. Le mie prime due feste di Sant’Efisio da sindaco sono state condizionate dall’epidemia, mi spiace molto per i fedeli non solo per quelli dai cagliaritani, ma di tutta la Sardegna”. Così il sindaco Paolo Truzzu a Radio Casteddu.

“Bene i due nuovi hub vaccinali”, ha dichiarato il primo cittadino, “mi fa piacere perché avremo la possibilità di aumentare il numero dei vaccini. In città sono aumentati i numeri, ma non c’è pressione negli ospedali. Non ci deve far star sereni, dobbiamo fare abbastanza attenzione e dobbiamo tenere dei comportamenti corretti e responsabili.

Non sono immunologo, ma sono osservatore della realtà la maggior parte dei cagliaritani ha rispettato le regole, eccetto casi sporadici. Le cifre dicono che ci siamo comportati bene, abbiamo 150 mila abitanti più i 70 mila che entrano quotidianamente e solo il 3 % dei positivi. Sono numeri bassissimi.

Io credo che i casi di contagio siano dati non tanto dalle passeggiate o dalle persone sedute ai tavolini ma dagli assembramenti nelle case”.

 

Risentite qui l’intervista a Paolo Truzzu del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/455849562303075/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.