Guspini, terribile incidente: un morto e tre feriti gravi al ritorno da una battuta di caccia. Alle ore 19.30 circa, per cause in corso di accertamento si c’è stato un grave scontro tra due auto sulla SS 126 Km. 100 tra Guspini e San Nicolò D’Arcidano. Una Fiat Panda con alla guida un uomo di San Nicolò D’Arcidano  e con un passeggero in corso d’identificazione, mentre percorreva la SS 126 in direzione di San Nicolò D’Arcidano, si è scontrata con un Nissan Terrano con a bordo tre uomini di Guspini, che si trovava su una piazzola di sosta e stava riprendendo la marcia.

Dopo il violentissimo urto il passeggero della Panda è morto sul colpo, mentre tutte le altre persone sono gravemente ferite. Si tratta di cacciatori che stavano facendo rientro a casa. Sul posto ci sono i carabinieri delle stazioni di Guspini e di Sardara e quelli del radiomobile della compagnia di Villacidro. A bordo dei mezzi ci sono alcuni cani e i fucili dei cacciatori. Tutti e cinque erano infatti cacciatori. I carabinieri stanno effettuando i rilievi: nel caso venisse riscontrata qualche manovra azzardata, uno dei conducenti potrebbe essere indagato per omicidio stradale.

L'articolo Guspini, terribile incidente: un morto e quattro feriti gravi al ritorno da una battuta di caccia proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.