Cagliari, il Covid non ferma Monumenti Aperti: edizione del 2020 in diretta streaming

Presentata la ventiquattresima edizione di Monumenti Aperti

Il Covid-19 non ha fermato l’entusiasmo degli organizzatori di Imago Mundi che, con l’appoggio delle istituzioni scolastiche e locali, tra le quali in prima fila c’è come di consueto anche il Comune di Cagliari, hanno dato il via ad una edizione tutta particolare di Monumenti Aperti che si terrà sabato 5 e domenica 6 dicembre 2020.

Giunta alla ventiquattresima edizione, questa volta la manifestazione avrà un carattere speciale dettato dal momento che tutto il mondo sta vivendo. Ma la cultura non ha alcuna intenzione di cedere il passo neppure di fronte ad una pandemia di tale portata e difficile da sconfiggere. Ecco perché l’iniziativa ha modificato in corsa i suoi connotati trasferendosi sul mondo digitale pur di non dover cedere il passo al virus.

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta rigorosamente in via telematica, ha partecipato anche l’Assessora alla Cultura del Comune di Cagliari, Paola Piroddi che ha voluto manifestare tutto il suo entusiasmo per la scelta di andare avanti nonostante le difficoltà. “C’ero anche io nel lontano 1997 quando è stata avviata Monumenti Aperti ed è stato un segnale importante che tutto il gruppo di lavoro sia stato in grado di ripensare l’evento, studiando nuove modalità pur di non perdere l’appuntamento del 2020”.

Sarà un’edizione completamente digitale, come ha confermato il neo presidente di Imago Mundi, Massimiliano Messina che succede a Fabrizio Frongia. “La sperimentiamo per la prima volta – la conferma di Frongia – perché come tutti abbiamo dovuto virare sul web e ragionare diversamente rispetto al passato in modo da poter comunque valorizzare il patrimonio culturale. Però questo sperimentazione sarà importante anche per il futuro perché, sperando non in maniera così massiccia, che sia utile per aprire un nuovo fronte di valorizzazione”.

Sul sito di monumenti aperti, sabato 5 e domenica 6 dicembre, andranno in scena due dirette streaming, disponibili non solo sul sito di Monumenti Aperti ma anche su tutti i canali social dedicati, grazie alle quali verrà rappresentato tutto quello che è accaduto in quest’anno. Una sorta di restituzione televisiva di quello che è Monumenti Aperti grazie alla partecipazione delle scuole non solo di Cagliari ma anche di altre regioni, come l’Emilia Romagna e la Lombardia.

“Eravamo partiti – il commento del presidente Messina – con un’idea precisa sul tema di questa edizione: memorabili esperienze. Ma questo accadeva prima del lockdown e quindi abbiamo sentito il dovere di virare, pur mantenendo quel tema, verso uno slogan che sottolineasse questo momento e quindi abbiamo scelto “Anticorpi di bellezza”. Tutta la cultura può, infatti, diventare un anticorpo di bellezza, utile e funzionale a combattere il momento che stiamo attraversando”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie