Questo pomeriggio il Consiglio comunale di Cagliari ha approvato la variazione al Bilancio di fine anno, una manovra da oltre 10 milioni. Ma i gruppi di opposizione non hanno partecipato l voto perché la documentazione è stata “trasmessa ai consiglieri solo giovedì pomeriggio. La variazione, con documenti complessi e importanti per il funzionamento dell’ente e i servizi alla città, è stata illustrata dal sindaco in commissione bilancio solo nel pomeriggio, due ore prima del voto in aula.

“Abbiamo deciso di non partecipare al voto perché per l’ennesima volta i documenti ci sono stati trasmessi con un ritardo enorme, senza consentirci di esaminarli e proporre modifiche migliorative” sottolineano le consigliere e i consiglieri del centrosinistra “Comprendiamo le difficoltà di questo momento e apprezziamo il grande lavoro portato avanti dagli uffici, ma in queste condizioni collaborare è davvero difficile”.

“Ancora una volta la maggioranza di centrodestra utilizza l’emergenza Covid-19 per chiederci l’approvazione di documenti articolati e complessi, ma nelle proposte non inserisce alcuna misura per contrastare la crisi” continuano gli esponenti dei Progressisti, Partito Democratico, Sinistra per Cagliari e Progetto Comune per Cagliari “Durante la seduta della commissione bilancio ci sono stati trasmessi 9 emendamenti della giunta relativi a opere assolutamente prevedibili di cui saremmo dovuti essere informati per tempo.”

Incrementato il fondo per la cultura: “È stata accolta la nostra proposta di aumentare il budget per finanziare tutti i progetti risultati idonei sul bando per i contributi, se avessimo avuto tempo e modo per farlo avremmo sicuramente proposto altre iniziative utili per la città”.

I gruppi di opposizione sottolineano poi l’atteggiamento supino del Comune nei confronti della Regione: “Ancora una volta il sindaco non pretende dalla Regione quanto sarebbe dovuto alla nostra città per i servizi essenziali. Mancano 7,5 milioni di trasferimenti dalla Regione per i servizi sociali. Non ci hanno assegnato neanche le risorse per l’organizzazione e il funzionamento dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza. È ora che il sindaco pretenda quanto è dovuto al Comune. Non parteciperemo al voto anche per denunciare questo atteggiamento passivo che danneggia i nostri concittadini”.

L'articolo “La Regione nega a Cagliari 7, 5 milioni per i bisognosi della città e Truzzu non reagisce” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.