Era ricoverato in una struttura sanitaria di Olbia per le conseguenze del coronavirus

MONTRESTA. La Planargia piange la scomparsa di Antonio Zedda (nella foto), sindaco uscente di Montresta, dopo tre legislature trascorse alla guida del paese. Sessant’anni, da decenni impegnato nella vita politica e amministrativa del territorio, Antonio Zedda si è spento sabato 28 in una struttura sanitaria di Olbia, dove era ricoverato per le conseguenze del Covid. Era molto conosciuto e stimato, per le sue qualità umane e per l’impegno e la passione nella politica. Sempre in prima linea nella lotta allo spopolamento e all’emigrazione, in un centro tra i più colpiti della zona, era convinto assertore di un futuro che sul turismo sostenibile, rispettoso dell’ambiente e dell’uomo, impreziosito dalle peculiari tradizioni artigianali, enogastronomiche, di spontanea ospitalità e dalle profonde radici nella storia della Sardegna, credeva potesse fondarsi il rilancio economico e sociale del suo paese e della Planargia. Si era battuto per dare vita a Montresta alla nascita del panificio artigianale, per il rilancio del celebre pane “Bistoccu” di cui il Comune ha registrato il marchio. In paese sono decine le opere pubbliche realizzate sotto la sua guida. Era stato anche presidente dell’Unione dei comuni della Planargia. Accanto alla moglie Giuseppina e al figlio Roberto, si è materializzato l’ abbraccio e la solidarietà di tutto il territorio, come attestano i tantissimi messaggi di cordoglio e vicinanza. (al.fa.)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.