Cagliari, l’odissea di una mamma: “Il mio bimbo diversamente abile, costretto a cure e tampone solo nella penisola”

Mamma di un bimbo affetto da una malattia rara, che necessita  visite mediche anche nelle strutture ospedaliere della penisola, è costretta a partire oltremare qualche giorno prima della data fissata con i medici “perché non gli è stato effettuato il tampone e lo dovrà fare oltremare. È una vera disgrazia il covid, sta uccidendo tutti e tutto: capisco le urgenze ma dovrebbero avere il tempo o la fermezza di ascoltare anche gli altri malati non solo chi ha il covid”.Protagonisti della vicenda sono Luisa, nome di fantasia, residente nella provincia di Cagliari, e il suo piccolo, “diversamente abile” con richiesta di frequenza per visite extra regione. “Il bambino viene seguito anche in un altro ospedale pediatrico italiano,  da un mese a questa parte, assistiti dal medico di famiglia, il pediatra, abbiamo fatto richiesta alla Asl, Ats, di essere sottoposti al tampone per motivi ben chiari. Il bambino deve effettuare la risonanza magnetica con sedazione perche affetto di cardiopatia e al più breve dovra affrontare un intervento complesso, quindi l’ospedale ci chiede  tutte le precauzioni”.La donna racconta la sua “odissea”: “Ho mandato una mail all’Ats e parlato tramite telefono con una responsabile la quale ha risposto che saremmo stati contattati al piu presto, cioè prima della partenza. Ma noi con il tampone effettuato saremmo dovuti essere all’ospedale in questi giorni, invece, perché purtroppo nessuno ha considerato mio figlio, siamo costretti a dover partire subito per effettuare il tampone nella penisola”.Un duro sfogo quello di mamma Luisa che aggiunge: “è ora di finirla perché i malati non sono numeri ma persone da rispettare”.Cambio di programma quindi per mamma e piccolo che si recheranno in un porto sardo per l’imbarco, per poi presentarsi presso l’ospedale pediatrico per effettuare il tampone. “In questi giorni ci siamo organizzati con la struttura ospedaliera per effettuare il tampone. Vorrei ringraziare la pediatra di famiglia per la sua preziosa collaborazione”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie