“Dopo la denuncia di ieri, del Sindacato Generale di Base, oggi dalle 17,30 circa è stata rimossa dal sito dell’Aspal, la graduatoria della selezione contestata”.  La denuncia è dell’Usb che parla di “strana selezione, troviamo l’obbligo di chiedere all’assessore Regionale al lavoro e al Commissario dell’Aspal che cosa sta succedendo nell’agenzia regionale per le politiche attive del lavoro”.

In ballo c’erano le “graduatorie relative al conferimento dell’ incarico per un posto di dirigente con contratto di diritto privato a tempo determinato da inquadrare presso l’agenzia regionale per le politiche attive del lavoro”.

L’organizzazione sindacale ha chiesto chiarimenti. “  Il presidente della commissione di concorso, così come previsto nel bando, doveva essere il Direttore Generale dell’Aspal, in questo caso il commissario straordinario nominato in data 28/10/2020. Il giorno 20 novembre 2020, data di convocazione ai colloqui, il presidente della commissione era l’ex Direttore Generale Dott. Massimo Temussi. Come mai non si è provveduto alla sostituzione, dato che è di dominio pubblico il fatto che il Dott. Temussi ha rassegnato le proprie dimissioni da Direttore Generale dell’ASPAL in data 26/10/2020?

In data 23/11/2020 è stato pubblicato nel sito dell’Aspal l’esito dei colloqui che si sono svolti, però, nella mattinata del 20/11/2020. Come mai la commissione di valutazione non ha provveduto alla tempestiva pubblicazione degli esiti di questi colloqui, cosa peraltro prevista dalla norma?

Solo successivamente alla pubblicazione dell’esito dei colloqui è stata pubblicata la graduatoria finale con la revisione dei titoli, limitata ad un solo partecipante. In ragione di tale revisione si rileva che il partecipante è passato da un punteggio per i titoli pari a 4 ad un punteggio di 10,75, con una differenza, quindi, pari a ben 6,75 punti. Come mai, vista l’enorme differenza nell’assegnazione del punteggio, che verosimilmente è dovuta ad una errata applicazione dei criteri di conteggio e una errata valutazione delle autocertificazioni presentate, la commissione non ha ritenuto opportuno agire d’ufficio, revisionando il punteggio di tutti i partecipanti? E come mai la revisione dei titoli è stata effettuata solo successivamente alla attribuzione dei punteggi dei colloqui?

Come mai non è stato pubblicizzata, in applicazione delle norme sulla trasparenza, la modalità con la quale la commissione ha deciso di frazionare e attribuire i punteggi massimi dei titoli culturali e dei titoli vari? E qual è, quindi, il frazionamento del punteggio utilizzato per tali titoli?

Incuriosisce inoltre la scelta dell’amministrazione di attribuire maggiore rilevanza ad incarichi di coordinamento utilizzati nel comparto regione, formalmente e giuridicamente ben diversi dagli incarichi di Posizione Organizzativa, delle autonomie locali di tipo dirigenziale.

Si segnala, inoltre, che in data odierna, 25/11/2020, dalle ore 17:30 circa, non è più pubblicata la graduatoria definitiva della procedura di selezione, fatto grave in relazione agli obblighi di trasparenza a cui l’ente pubblico deve sottostare.

Qual è la ragione per cui è stata rimossa? La scrivente organizzazione sindacale, in attesa di risposte formali, chiede che venga rivista la procedura e ricontrollati attentamente i punteggi di tutti i partecipanti. Ci si riserva di porre in essere eventuali azioni di tutela in favore dei propri simpatizzanti”.

L'articolo Polemiche sulla selezione all’Aspal a Cagliari, Usb: “Dopo le proteste sparite le graduatorie” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.