Troppa Juventus per il Cagliari, ma zero tiri in porta dei rossoblù: Ronaldo stende Di Francesco

TROPPA JUVENTUS PER IL CAGLIARI

di Gigi Garau

Un Cagliari poco incisivo superato da una doppietta di Cristiano Ronaldo
Niente da fare per i ragazzi di Di Francesco che vengono superarti all’Allianz Stadium dalla Juventus, il sigillo bianconero lo mette Cristiano Ronaldo autore di una doppietta nel primo tempo. Il Cagliari è partito anche bene, nonostante le assenze pesanti di Godin e Nandez ma se da una parte la Juve faceva correre il pallone, dall’altra i rossoblù preferivano correre. La differenza di livello tecnico delle due squadre si è palesata proprio alla fine del primo tempo quando il fuoriclasse portoghese ha sfoderato i colpi del suo repertorio che hanno messo al sicuro il risultato. Di Francesco ha provato a porre rimedio alla gara all’inizio del secondo tempo, inserendo Sottil per Tripaldelli (già ammonito) sino a quel momento in grande difficoltà con Cuadrado, il Cagliari ha cambiato atteggiamento e si è esposto al contropiede bianconero. Tuttavia nonostante la generosità di Joao Pedro, la porta di Buffon non ha mai corso rischi eccetto nell’azione in cui Klavan è riuscito a segnare ma l’azione era viziata da un fuori gioco di Marin. La facilità con la quale il centrocampo bianconero ha preso le redine del gioco, la dice lunga sull’atteggiamento dei rossoblù (oggi in completo giallo) che con il sopraggiungere della stanchezza ha creato una vera e propria voragine dove il centrocampo bianconero è riuscito a controllare la gara. Certo, il campo della Juve non è semplice da violare per nessuno, ma oggi il Cagliari non è riuscito in nessun modo a creare una nitida azione da goal. Un bravo a Joao Pedro che ha speso davvero tanto ma il migliore in campo per il Cagliari è stato Zappa, terzino e uomo di fascia che non si ferma mai, attacca e difende con grande intesità, un giovane che sicuramente farà parlare di se nel futuro. Per la cronaca, si segnala il ritorno del giovane Carboni e del veterano Pisacane. Oggi la partita è stata l’occasione per ricordare la violenza sulle donne, un problema che sembra aumentare in continuazione, per questo motivo i giocatori sono scesi in campo con un segno rosso sulla guancia.

LA PARTITA
Juventus – Cagliari, sono trascorsi undici mesi dopo il quattro a zero con cui i padroni di casa si sono imposti nella scorsa stagione, tripletta di Ronaldo e goal di Higuain, una delle gare più brutte giocate dal Cagliari nello scorso campionato. L’anticipo di questa sera propone numerose novità, intanto sulle panchine delle due squadre ci stanno due nuovi allenatori, Pirlo e Di Francesco, l’Allianz Stadium sarà senza pubblico a causa delle restrizioni anti coronavirus. Sono solo tre i punti che separano la Juve dal Cagliari e un pensierino ad un aggancio impossibile non sarebbe male. Entrambe le squadre devono fare i conti con i calciatori che sono reduci dagli impegni con le rispettive nazionali, per il Cagliari una vera e propria sfortuna, infatti oltre a Ceppitelli, Faragò indisponibili per infortunio, Godin è risultato positivo al Covid – 19 e Nandez è rimasto precauzionalmente in isolamento a Cagliari, inoltre Lykogiannis è indisponibile per infortunio. Di Francesco non rinuncia al 4 – 2 – 3 – 1 e per l’occasione rilancia Pisacane e Klavan in difesa, Marin a centro campo e Tripaldelli sulla fascia sinistra, quindi gli undici che affronteranno la Juve sono: Cragno; Pisacane, Walukiewicz, Klavan, Zappa; Tripaldelli, Rog; Marin, Ounas, Joao Pedro; Simeone. Pirlo conferma il 4 – 4 – 2 e schiera: Buffon; Cuadrado, Demiral, De Ligt, Danilo; Bernardeschi, Arthur, Rabiot, Kulusevski; Morata, Ronaldo.
L’arbitro della gara è il Sig. Maresca di Napoli, la serata è fredda, una temperatura di 7° e il terreno di gioco in buone condizioni.
PRIMO TEMPO
Il Cagliari parte bene, squadra corta e propositiva, pressing a centro campo e raddoppi in difesa, la Juve cerca di fare la partita ma le azioni non sono fluide, al 10’ Juve in goal con Berardeschi ma Maresca annulla per fuorigioco confermato dal VAR. Al 22’ ci prova Ronaldo ma il tiro vienedeviato in calcio d’angolo, la Juve aumenta la pressione ma il Cagliari sembra reggere, tuttavia non ci sono state azioni da goal. AL 24’ è Walukiewicz a togliere la palla dai piedi di Ronaldo servito davanti alla porta di Cragno, al 28’ è Kulusevski a concludere con palla di poco fuori dalla porta difesa da Cragno. Al 32’ giallo per Rabiot che entra duro su Joao Pedro, al 35’ anche Tripaldelli finisce nell’elenco degli ammoniti per un fallo su Cuadrado, sugli sviluppi del calcio di punizione, alla fine è Bernardeschi a provarci dalla distanza ma Cragno para in due tempi. AL 37’ Cristiano Ronaldo porta in vantaggio la Juventus, gran lavoro sul vertice destro dell’area cagliaritana e conclusione di destro a giro che s’insacca alle spalle di Cragno. Il primo tiro del Cagliari avviene al 39’, addirittura è Klavan a provarci dalla distanza con palla nettamente fuori, al 42’ ancora Ronaldo e raddoppio della Juve, sugli sviluppi di un calcio d’angolo il portoghese spunta sulla destra di Cragno e realizza al volo. Maresca assegna un minuto di recupero dove non succede granchè, si va a riposo con i bianconeri sopra di due reti.
SECONDO TEMPO
Il secondo tempo inizia con una sostituzione da parte di Di Francesco, dentro Sottil e fuori Tripaldelli, al 52’ Demiral stacca di testa in area e la palla si stampa sulla traversa, di seguito due cartellini gialli per la Juve, Danilo e Arthur. Il Cagliari prova a reagire ma si espone ai contrattacchi bianconeri, al 61’ ci prova Rog dalla distanza, palla fuori di molto, al 64’ è morata a sfiorare il terzo goal per la Juve con una conclusione in area che sorvola di poco la traversa. Al 66’ è Klavan a insaccare di testa ma Maresca annulla per un fuori gioco di Marin, Pirlo intanto procede a un doppio cambio, fuori Rabiot e Morata e dentro Dybala e McKennie, anche Di Francesco effettua due cambi, fuori Klavan (che esce dal campo con una vistosa ferita alla testa) e Marin e dentro Carboni e Caligara. AL 73’ giallo anche per Sottil, al 79’ altro doppio cambio per il Cagliari, dentro Pavoletti e Oliva che prendono il posto di Simeone e Ounas. Al 84’ Pirlo manda in campo Bentancur, Chiesa e Alessandro per Danilo, Kulusevski e Arthur, squadre stanche con la Juve che cerca di gestire il vantaggio e il Cagliari che prova a imbastire azioni offensive. Maresca assegna 4’ di recupero, il Cagliari ci prova ancora ma i ragazzi di Di Francesco non riescono a impensierire l’inattivo Buffon. Finisce con la Juve che esce vittoriosa nel suo campo contro un Cagliari che non ha mai creato seri problemi alla difesa bianconera.

L'articolo Troppa Juventus per il Cagliari, ma zero tiri in porta dei rossoblù: Ronaldo stende Di Francesco proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon