Anche alle Università della Terza età fondi per l’attività a distanza

Anche alle Università della Terza età fondi per l’attività a distanza
La Giunta regionale ha stanziato 500mila euro, 200mila in più rispetto all’ultimo anno accademico

Foto d’archivio

Aumentano i finanziamenti a favore delle Università della Terza ètà in Sardegna. Lo ha deciso la Giunta regionale, che ha annunciato uno stanziamento di 500mila euro per l’anno accademico 2020-2021: ci sono 200mila euro in più rispetto al 2019-2020.

In Sardegna sono 37 le Università della Terza età legalmente riconosciute. I fondi saranno ripartiti tra quelle che hanno svolto corsi in misura non inferiore al 60% dell’attività complessiva e che nel nuovo anno accademico si impegnino a dedicare una parte di tale attività alla realtà culturale, storica, sociale ed economica della Sardegna. Nel numero degli iscritti di ogni Università della Terza età, ai fini del riparto dei fondi stanziati, saranno considerati i soli adulti con una età uguale o superiore a 65 anni, considerato che tale limite di età è coerente con il criterio di calcolo dell’indice di anzianità e che le sedi staccate da considerare ai fini del riparto siano quelle con almeno 15 iscritti over 65.

Considerate poi le recenti ed oggettive difficoltà incontrate dalle Università della Terza età nello svolgimento delle attività accademiche in presenza, dovute all’emergenza Covid-19, la Giunta estende l’ammissibilità della spesa alle attività a distanza, compresi i canoni di connettività per videoconferenza, le spese relative agli strumenti tecnologici (fino a 500 euro per ciascuna Università), le spese di assistenza tecnica (massimo 500 euro per le Università con non superano i 200 iscritti di età superiore o uguale ai 65 anni, massimo 700 euro per le altre).

“Soprattutto tra gli over 65”, ha sottolineato l’assessore alla Pubblica istruzione, Andrea Biancareddu, “le Università della Terza età ricoprono un ruolo fondamentale, perché consentono una maggiore integrazione nel tessuto sociale e culturale del loro territorio. Le esperienze di questi anni documentano che le Università della Terza età non hanno carattere elitario ma sono aperte a tutti e rappresentano un bacino di utenza vasto composito”.

“Dai dati si riscontra inoltre un crescente numero di iscritti e di interesse”, ha proseguito Biancareddu: “significa che questi Istituti rappresentano un freno al fenomeno dell’isolamento geografico, emigrazione, spopolamento e mancanza di occasioni di sviluppo culturale, e costituiscono invece un fondamentale strumento di sviluppo per gli adulti e gli anziani, nella prospettiva di una vita piena e gratificante, dove la cultura assume un ruolo fondante di qualità”.

Venerdì, 30 ottobre 2020

L'articolo Anche alle Università della Terza età fondi per l’attività a distanza sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon