“Truzzu, cinquantamila cagliaritani e diecimila pazienti chiedono di salvare il Microcitemico”

“Caro Signor Sindaco, le chiediamo di aderire all’appello del Comitato Difendiamo il Microcitemico: oltre cinquantamila cittadini oggi si sono riuniti in un gruppo sui social e più di diecimila tra pazienti, familiari, cittadini e associazioni sostengono una petizione on line per protestare contro la legge di riforma regionale che ha previsto il trasferimento dell’Ospedale Pediatrico Microcitemico ‘Antonio Cao’, attuale polo pediatrico e talassemico che offre percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali, dall’azienda ospedaliera AOB Brotzu alla costituenda Azienda sociosanitaria 8 di Cagliari”.

Comincia così la lettera che i consiglieri e consigliere di Pd, Progressisti, Progetto comune per Cagliari e Sinistra per Cagliari hanno inviato questa mattina a Paolo Truzzu, sindaco del capoluogo sardo. Una richiesta precisa, quella degli esponenti dell’opposizione: aderire all’appello lanciato dal comitato e sostenere la battaglia contro il trasferimento della struttura.

“Sappiamo che non è materia di competenza comunale, ma crediamo che sia doveroso essere vicini a nostri cittadini fragili e, proprio in materia di salute, lei può sollevare la nostra voce, come amministrazione tutta, unendola a quella che si è levata dalla nostra cittadinanza, perché il Consiglio regionale riveda questo provvedimento. Crediamo che, forse involontariamente, si sia sottovalutato il gravissimo impatto negativo sulla salute e vita dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, già duramente provati. Avevamo già presentato nell’aula consiliare di Cagliari circa un anno fa un’interrogazione e un ordine del giorno sul tema. In mancanza di risposte la mobilitazione fa sentire la sua voce: chiedono con forza di non tornare indietro nella qualità delle cure e dei servizi sanitari essenziali per i loro bambini e ragazzi, e anzi di rinforzare questa eccellenza della sanità sarda. L’emergenza Covid-19 in corso mette a dura prova famiglie, pazienti, operatori e le strutture della sanità sarda, e un cambiamento tanto drastico avrebbe certamente effetti devastanti in in momento come questo”.

Il centrosinistra, condividendo l’appello del Comitato, auspica dunque che si annulli il trasferimento del Microcitemico e si garantisca così la massima qualità dell’organizzazione e gestione dei servizi sanitari dell’Ospedale microcitemico – Polo pediatrico, all’interno dell’AOB Brotzu.

L'articolo “Truzzu, cinquantamila cagliaritani e diecimila pazienti chiedono di salvare il Microcitemico” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon