I medici sardi non ci stanno: “Al Santissima Trinità pazienti nei corridoi, lavoriamo in un girone infernale”

I medici sardi non ci stanno: “Al Santissima Trinità pazienti nei corridoi, lavoriamo in un girone infernale”. Durissima denuncia dell’Anaao Assomed Sardegna: “Siamo solo a fine Ottobre e i casi dei pazienti Covid positivi aumentano in maniera esponenziale- si legge nella nota diffusa stasera-  La regione Sardegna ha, da subito, individuato come ospedale di riferimento per il Sud Sardegna, l’ospedale Santissima Trinità. Logica avrebbe voluto una radicale e veloce modifica dell’assetto dei reparti a partire da quelli più coinvolti nell’assistenza ed il Pronto Soccorso è il primo ad essere interessato dall’affluenza dei pazienti positivi o sospetti tali.

Senza paura di esagerare la situazione attuale del Pronto Soccorso di tale presidio potrebbe essere facilmente paragonata ad un girone infernale tale è la situazione di congestione impossibile da gestire, prossima al collasso.

Attualmente sono presenti quasi 50 pazienti sistemati in barelle e letti posti nei corridoi, nelle sale d’aspetto, nei locali di sgombero, in questa condizione da più giorni. Se a questo si aggiunge che sono presenti soltanto due bagni non è difficile capire come non si riesca più a garantire una dignitosa assistenza ospedaliera.

Eppure le indicazioni contenute nella Circolare n. 0011254 del 29.05.2020 del Ministero della Salute (e nello stesso senso, sono le Circolari del 25.03.2020, del 25.02.2020, del 22.02.2020) stabiliscono che “il tempo di permanenza in attesa di ricovero deve essere ridotto al minimo, anche in considerazione alle esigenze di distanziamento dei pazienti…al fine di evitare il sovraffollamento e di non provocare rallentamento o ritardi della gestione della fase pre-ospedaliera del soccorso sanitario”.

Tali pazienti sono stati assistiti dall’esiguo personale in servizio, senza una reale separazione tra pazienti positivi e dubbi, in attesa che si liberi un posto letto in un qualsiasi reparto Covid.

Sono così lettera morta le Linee di indirizzo contenute nella Deliberazione RAS n. 28/18 del 04.06.2020 (Accesso al Pronto Soccorso, p. 3) che pure specificano che “…verranno separati i flussi di attività ordinaria e l’attività di valutazione Covid-19, mantenendo funzionalmente distinti i percorsi di gestione e cura dei pazienti senza e con sintomi sospetti Covid-19 percorso pulito e sporco), al fine di ridurre al minimo la possibilità di contagio intraospedalieri”

Nel presidio sono stati individuati dei posti letto in reparti di recente realizzazione. Uno di questi, il Covid 3, è stato destinato ai pazienti in via di dimissione”, attaccano i medici dell’Anaao Assomed Sardegna.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon