Non ci sono più letti: rivoluzione in ospedale per fare spazio ai malati covid

Ospedale di Oristano rivoluzionato per fare spazio ai malati covid
Parte il piano di riorganizzazione che coinvolge anche Ghilarza e Bosa

Anche l’ultimo degli otto posti letto riservati ai malati covid e disponibili nei locali riadattati  all’interno del Pronto soccorso dell’ospedale di Oristano è stato occupato e ora  al San Martino si lavora per aprire quanto prima il nuovo e annunciato reparto.

La direttrice dell’Assl Valentina Marras ha  disposto la immediata predisposizione di  12 posti letto, al primo piano del San Martino, negli stessi locali che ospitavano il reparto cosiddetto covid grigio nella prima parte della pandemia.  Prevista, inoltre, l’attivazione di un’area dedicata ai pazienti che hanno necessità di terapia semintensiva e intensiva, con ulteriori 12 posti letto, 4 per la terapia semintensiva e 8 per quella intensiva. Non sarà impresa semplice.

I locali destinati ai ricoverati che non necessitano di rianimazione sono ora occupati dalla Chirurgia, il cui trasferimento non si può eseguire in tempi rapidi, considerati i numerosi ricoverati, e poi perché appare impossibile il ritorno della Chirurgia nei vecchi e inadeguati spazi, dove sono stati smantellati letti, arredi e attrezzature.

Difficile  anche l’attivazione degli ulteriori dodici  posti letto da destinare alla terapia intensiva covid, nelle nuove sale operatorie del corpo P. Uno spazio che ancora non ha avuto il necessario collaudo, dopo i lavori di ristrutturazione, e che non dispone di ingressi e percorsi separati dagli altri reparti, come invece è previsto.

La direttrice dell’Assl di Oristano Maria Valentina Marras

Ma quel che appare più problematico è  l’aspetto legato alla necessità di personale da impegnare nell’assistenza dei pazienti covid, in un momento in cui appaiono già dimezzati gli organici di tutti i servizi ospedalieri.  La direttrice dell’Assl ha disposto  che i pazienti del nuovo reparto debbano essere in carico ai medici del reparto Medicina, degli pneumologi e di altri “medici che si rendessero eventualmente necessari “.  Allo stesso tempo è stata disposta  la riduzione dei ricoveri nel reparto medicina, da limitare ai pazienti che non necessitano di accertamenti diagnostici o interventi terapeutici non disponibili negli ospedali di Bosa e Ghilarza, dove dovrebbero invece essere dirottati tutti gli altri ricoveri.

E per far fronte all’aumentato carico di lavoro, per il reparto di Medicina di Ghilarza già in grave sofferenza, l’Assl prevede l’impiego dei medici in forze al reparto chirurgia, per un totale di 38 ore.

Una decisione dettata dalla straordinaria emergenza con cui si trova il nosocomio oristanese, ma che sta già alimentando discussioni tra il personale sanitario.

Leggi anche
Malati covid al San Martino: è ancora emergenza

L'articolo Non ci sono più letti: rivoluzione in ospedale per fare spazio ai malati covid sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon