Covid, seconda ondata in Sardegna: “Rischiano anche i giovani, isoliamo gli irresponsabili”

C’è una seconda ondata di contagi anche in Sardegna. E le conseguenze cliniche come polmoniti, aumento dei pazienti che necessitano ricovero in ospedale e in terapia intensiva diventeranno sempre più evidenti con l’arrivo delle stagioni freddo-umide. Perciò serviranno comportamenti intelligenti e responsabili da parte di tutti. “E ci vuole un’educazione e presa di coscienza di gruppo che isoli e manifesti sistematicamente la propria disapprovazione agli irresponsabili”. E’ il parere dello scienziato Francesco Cucca, direttore dell’Istituto di ricerca genetica e biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irgb) e professore di Genetica Medica dell’Università di Sassari.

“Dobbiamo essere tutti preoccupati a prescindere dall’età sia per le conseguenze dirette su di noi che per quelle  su persone fragili che possono entrare in contatto con noi”, dichiara Cucca, “per le persone giovani e i bambini il rischio individuale di eventi avversi è più basso ma un certo rischio anche di decesso esiste e ci possono essere conseguenze gravi per la salute nel lungo termine anche per persone che sopravvivono. Nel sud Europa è già partita una seconda ondata e questo è molto evidente anche in Sardegna”, aggiunge, “le conseguenze cliniche di questa seconda ondata (polmoniti, aumento dei pazienti che necessitano ricovero in ospedale e in  terapia intensiva etc) diventeranno sempre più evidenti man mano che si va verso le stagioni freddo-umide. La risposta a questa emergenza sanitaria senza precedenti non consiste nel negare il problema o in  atteggiamenti di fatalismo irresponsabile  o per contro di paura paralizzante. Consiste invece in atteggiamenti e comportamenti intelligenti e responsabili tesi a minimizzare in ogni circostanza il rischio di infettarsi o di infettare altri attraverso le note misure suggerite. Chi non lo fa”, conclude, “entra in un’area di grave rischio per se e per gli altri e proprio per questo ci vuole un’educazione e presa di coscienza di gruppo che isoli e manifesti sistematicamente la propria disapprovazione agli irresponsabili. Non è un problema solo loro, è un problema di tutti”.

L'articolo Covid, seconda ondata in Sardegna: “Rischiano anche i giovani, isoliamo gli irresponsabili” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon