“Io, lavoratore intermittente sardo beffato: niente bonus perchè ho lavorato solo 29 giorni”

I tre mesi di bonus (marzo, aprile e maggio) previsti dal Governo? Seicento euro per tre, uguale 1800 euro: soldi che Alessandro Marongiu, 32enne di Guspini, lavoratore intermittente ed occasionale, non ha intascato. Il motivo? Stando alla lettera spedita alla nostra redazione, tutta colpa di un mix di “confilitto” tra il decreto Cura Italia e, soprattutto, uno dei requisiti previsti dell’Inps: “Avere almeno 30 giornate lavorative dal primo gennaio 2019 al 31 gennaio 2020. Ho perso il bonus per una giornata, ne ho fatte solo ventinove”. Addio aiuti economici, quindi. Una “beffa” per il giovane lavoratore, che racconta anche le “disavventure” vissute da altri suoi colleghi, anche loro rimasti a secco: “Il problema è che si è creato un conflitto, cassa integrazione e bonus intermittenti. Infatti, a fine aprile, è stato emanato un decreto ‘interministeriale’ a firma del ministero del Lavoro. Un decreto che riconosce un bonus di 600 euro, per marzo, aprile, maggio per un totale di 1800. I requisiti per avere il bonus sono: avere almeno 30 giornate lavorative dal primo gennaio 2019 al 31 gennaio 2020, al momento della domanda non avere contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato, diversi dai contratti intermittenti, non avere preso cassa integrazione e Fis”.

 

Poi, però, “dall’uscita del decreto Cura Italia” ci sono state agenzie che avrebbero “fatto domanda di cassa integrazione, che poi andava in ‘conflitto’ con la domanda del bonus, fatta dal 29 maggio in poi”. Marongiu racconta di aver creato un gruppo, su WhatsApp e Telegram, dove insieme ad altri suoi colleghi “ci confrontiamo per avere delle notizie in merito all’accettazione della domanda”. Tra i casi-lamentele più noti ci sono quelli legati a “chi non aveva le 30 giornate richieste” ma ha controllato la “posizione annuale da lavoro dipendente dell’Inps” e si è ritrovato, in un batter d’occhio, “le 30 giornate richieste”, o, ancora, chi aveva “contratti indeterminati non intermittenti”, o chi aveva “preso Fis o cassa integrazione. I colleghi hanno dovuto lottare con i riesame dell’Inps, hanno dovuto ‘bombardare’ la email della direzione centrale degli ammortizzatori sociali”.

L'articolo “Io, lavoratore intermittente sardo beffato: niente bonus perchè ho lavorato solo 29 giorni” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon