Carenza cronica di parcheggi e strade dissestate a Monserrato

Carenza cronica di parcheggi e strade dissestate a Monserrato: la consigliera di minoranza Maria Francesca Congiu si fa portavoce delle lamentele dei residenti. “È diventato impellente  il problema dei parcheggi, soprattutto nel centro. Il sindaco non lo ha risolto nella sua prima consiliatura e non lo sta facendo neppure in questa. Il problema, già grave, si è ulteriormente arricchito di criticità connesse alla concessione di spazi pubblici a bar e ristoranti, che di fatto hanno sottratto ulteriori parcheggi ai residenti, ma anche ai clienti degli esercizi commerciali adiacenti ai bar e ristoranti che hanno usufruito della concessione degli spazi pubblici, prima destinati ai parcheggi.Avevo subito lanciato l’allarme, precisando di non essere contraria alle concessioni, ma raccomandando che venissero trovate delle soluzioni a tutti i problemi interconnessi. La delibera con la quale sono stati concessi gli spazi pubblici e’ apparsa immediatamente incompleta, perché non ha contemplato il già grave problema dell’insufficienza dei parcheggi nella zona.  Pensare di risolvere un problema creandone altri non è accettabile.Il sindaco deve una buona volta per tutte affrontare e risolvere, se ne è capace, il problema dei parcheggi a Monserrato. Lo deve fare senza accampare giustificazioni alla propria inerzia, quali la responsabilità delle precedenti giunte dal dopoguerra fino al suo avvento”. La carenza di parcheggi, soprattutto quelli limitrofi ai punti più importanti della città, può non essere un grande problema per chi una passeggiata in più la compie anche con piacere. Il disagio emerge soprattutto per gli anziani, i disabili, i bambini e chi non gode di ottima salute che anche 100 metri da percorrere in più a piedi possono costituire un ostacolo. “Il sindaco ha in mano il potere di fare e decidere, lo faccia, visto che le soluzioni proposte a suo tempo dal PD non sono state minimamente prese in considerazione.Ma a Monserrato non è impellente  solo il problema dei parcheggi. I 5 stelle  il Pd e l’opposizione lamenta  problemi del dissesto  strade, dissesti marciapiedi e dell’illuminazione delle pubbliche vie.La situazione globale di questo comparto è disastrosa. Numerose strade cittadine sono da terzo mondo, tra buche da definirsi più propriamente voragini e marciapiedi impraticabili, con conseguenti gravi disagi per anziani e disabili.Solo per citare qualche esempio, segnalo la situazione delle vie Caracalla, dove la pavimentazione dei giardini, malgrado le numerose segnalazioni, è tutt’ora  disastrata e pericolosa per i numerosi bambini che vi accedono, e poi le vie Monte Limbara, Eligio Putzu e Leone XIII e il vico I Monte Arci, che si presentano in condizioni disastrose.L’elenco non è certo esaustivo, perché la situazione critica è generalizzata, ma tali vie si trovano realmente in uno stato di degrado assoluto.Nel rione Paluna, il vico 1` Monte Arci, all’altezza dell’inserimento in via Boezio, è  privo di asfalto e c’è dislivello tra le due strade, con conseguente difficoltà di transito per le vetture.Questo raccordo stradale è importante soprattutto il sabato, giorno di mercato, perché permette di utilizzare il parcheggio esteso che sta in Vico 1` Monte Arci.La Via Monte Limbara è  priva di illuminazione, mentre nella Via Eligio Putzu troviamo i pali della luce e i cartelli stradali posizionati negli spazi dedicati ai pedoni. Gli incroci  sono un attentato alla sicurezza delle persone in transito, a causa dell’altezza del gradino, giacché spesso sotto c’è il canale di scolo dell’acqua piovana e l’asfalto della carreggiata, rifatto piu volte, lo rende pericolosissimo. L’illuminazione di tale via e’ inadeguata per chi la percorre a piedi, perché il cono di luce dei lampioni è dedicato unicamente alle auto.Via leone XIII è totalmente dissestata, con buche apparentabili ai crateri lunari”. Questa è la situazione della viabilità di Monserrato che denuncia Maria Francesca Congiu: “sarebbe opportuno affrontare il problema con serietà e senza i consueti scaricabarile della vecchia politica. Le risorse economiche dovrebbero primariamente essere adoperate per la sicurezza dei cittadini, perché le buche ed il dissesto del manto stradale causano incidenti e ferimenti, oltre a cause di risarcimento danni contro il Comune, ma anche perché le strade cittadine, i marciapiedi e l’illuminazione sono il primo biglietto da visita per chi accede in città. Certe immagini sgradevoli il visitatore se le porta appresso e ne parla con tutti”. 
Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.

Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.





Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie