Uccisa ad Alghero,ipotesi di un complice

 © ANSA

 Massimiliano Farci non avrebbe agito da solo. Il pizzaiolo di Assemini, 53 anni, accusato del femminicidio di Speranza Ponti, 50 anni, di Uri, sua compagna da due anni, sarebbe stato aiutato da qualcuno almeno a trasportare e nascondere il corpo della vittima dal luogo dell'omicidio a quello del ritrovamento. È la convinzione degli inquirenti coordinati dal sostituto procuratore Beatrice Giovannetti.

Speranza Ponti è stata uccisa nella casa di Alghero che i due avevano affittato in via Vittorio Emanuele, stessa via del carcere in cui Farci rientrava la notte, in regime di semi-libertà per il cosiddetto delitto della Lotus rossa, commesso nel 1999.

Oggi nell'istituto di Patologia forense dell'Università di Sassari il medico legale Salvatore Lorenzoni eseguirà l'autopsia. L'uomo, per il quale ieri il gip Antonello Spanu ha convalidato l'arresto e ha disposto la custodia in carcere, è accusato di omicidio doloso, occultamento di cadavere e furto e uso indebito del bancomat. Farci è difeso dall'avvocato Daniele Solinas.
   

Fonte: Ansa

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon