"Giù mani da ospedale Ghilarza",protesta

 © ANSA

"Il tempo delle parole è finito, ora servono i fatti e se non arriveranno siamo pronti ad occupare la Statale 131 per il diritto alla salute".
    E' una sorta di ultimatum quello lanciato dai Comuni dell'alto Oristanese ai vertici della Regione e dell'Ats a conclusione della fiaccolata e dell'assemblea che si è tenuta a Ghilarza per iniziativa del Comitato civico per l'Ospedale Delogu bene comune per sollecitare la riapertura 24 ore su 24 del Punto di primo intervento e degli altri servizi assicurati due anni fa e mai attivati.
    Alla manifestazione hanno partecipato centinaia di cittadini e rappresentanti di tutte le amministrazioni comunali dei paesi che ricadono nel bacino dell'Ospedale di Ghilarza. "Non possiamo più aspettare", hanno detto in tanti e il tempo per le risposte concrete non andrà oltre le prime settimane di febbraio.
    Se non arriveranno, la protesta si sposterà sulla Statale 131. La data è ancora da definire e sarà sicuramente una occupazione pacifica, che riguarderà il tratto della Carlo Felice tra Ghilarza e Pualilatino.

Fonte: Ansa

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon