Scuole choc a Roma, alunni divisi in base al reddito: “Qui i poveri, lì i ricchi”

No, non uno scherzo. Non siamo nel Medioevo ma nel 2020, la notizia sta rimbalzando su tutte le testate nazionali. E’ quella di una scuola di Roma che avrebbe suddiviso l’istituto in base al reddito. Come riporta il nostro giornale partner Quotidiano.net “Qui i figli dei ricchi, là dei poveri“. Può essere sintetizzato così il sistema utilizzato da una scuola di Roma nord per presentare la sua offerta formativa. Nel sito dell’Istituto Comprensivo “Via Trionfale” composto da quattro plessi nei Municipi XIV e XV della Capitale viene spiegato – letteralmente – che “l’ampiezza del territorio rende ragione della disomogeneità della tipologia dell’utenza che appartiene a fasce socio-culturali assai diversificate“.

“E così ecco la divisione per classi sociali, spiegata con precisione sul sito – riporta Q.net. Nelle sedi di via Trionfale e di via Taverna ci sono bambini che appartengono a “famiglie del ceto medio-alto”, mentre il plesso di via Assarotti, nel cuore del quartiere popolare di Monte Mario, “alunni di estrazione sociale medio-bassa e, tra gli iscritti, conta il maggior numero di alunni con cittadinanza non italiana”. Ricchi da un lato, dunque, e dall’altro poveri e stranieri. Passando poi al plesso di via Vallombrosa, sulla via Cortina d’Ampezzo, “accoglie prevalentemente alunni appartenenti a famiglie dell’alta borghesia assieme ai figli dei lavoratori dipendenti occupati presso queste famiglie (colf, badanti, autisti, e simili)”.” CONTINUA A LEGGERE SU QUOTIDIANO.NET

L'articolo Scuole choc a Roma, alunni divisi in base al reddito: “Qui i poveri, lì i ricchi” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon