Quartu, sangue e orrore al Poetto: “Hanno ucciso i gatti della colonia”

 

È stato un Natale da incubo, quello vissuto dalle volontarie della colonia felina “I gattini del Poetto”. Alcuni mici, infatti, sono stati trovati senza vita a pochi metri dal loro rifugio, tra i cespugli e un chiosco del litorale quartese. E non si tratterebbe, purtroppo, di una morte naturale, ma violenta. “Il primo micio è stato trovato morto il 21 dicembre, il secondo e il terzo lunedì 23 e il quarto la mattina della Vigilia di Natale”, racconta una delle volontarie, Luisa Campus. Marcella Lepori, un’altra volontaria che da anni si prende cura dei mici, è disperata e, allo stesso tempo, furiosa: “Quattro gattini, due maschi e due femmine, sono stati uccisi da qualcuno che, dopo averli attirati con del cibo, li ha trafitti all’altezza del ventre. Tutti i gatti morti, infatti, avevano due buchi in parallelo, come se fossero stati infilzati” spiega. Un quinto gatto, fortunatamente, è stato salvato: “L’abbiamo portato dal veterinario, anche lui aveva due ferite”. L’animale, adesso, è fuori pericolo, ma la paura delle volontarie è che, ben presto, anche gli altri mici possano fare la stessa fine dei loro “fratellini”.

 

Una delle volontarie ha già presentato una dettagliata denuncia ai carabinieri: “Il veterinario ha stabilito che si tratta di ferite di arma da fuoco. Sino a poco tempo fa la colonia era formata da cinquanta gatti”. Nell’ultimo periodo, però, tanti mici sono “scomparsi” nel nulla: “Non sappiamo dove siano finiti”, afferma la Lepori, “ma la nostra paura è che siano stati ammazzati anche loro. Siamo schifate, non pensavamo che la crudeltà e la follia dell’uomo potesse raggiungere simili vette”.

L'articolo Quartu, sangue e orrore al Poetto: “Hanno ucciso i gatti della colonia” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon