Natale a Cagliari, pienone ma casse semivuote al mercato di San Benedetto: “Non tira nemmeno l’agnello”

Le tradizioni in tavola a Natale? Alla fine saranno rispettate, tra i “tifosi” della carne e quelli del pesce il derby della mascella è pronto per essere giocato. Ma, se da un lato ci sono i dati delle associazioni degli allevatori, Consorzio di tutela dell’agnello di Sardegna Igp in testa, che fotografano numeri in crescita (con 200mila animali macellati), tra i box del mercato civico di San Benedetto si respira un’aria diversa. Sì, perchè gli agnelli appesi ci sono, ma in molti casi non vengono venduti. O, bene andando, i macellai riescono a piazzarne solo alcune parti. Insomma, nel 2019 si registra l’addio all’acquisto di un agnello intero. Antonello Lai è uno degli “anziani” boxisti di San Benedetto, impegnato a tagliare fettine e realizzare salsicce da decenni: “L’agnello costa 12 euro al chilo, ma gli anni Settanta sono lontani. Oggi le famiglie sono meno numerose e la gente non ha voglia di cucinare. Tanti mangeranno fuori, e poi ci sono sempre più giovani vegani”, afferma. E, come se non bastasse, un’altra causa del “calo di vendite del trenta per cento” è legata “alle campagne denigratorie contro chi consuma carne”. Va un po’ meglio a Gianluigi Masella. Nel suo box prevale il pollame: “Qualche cappone e qualche anatra vendute, ma non c’è il pienone del 2018. Ci sono gli ascensori guasti e pochissimi parcheggi, gli anziani non possono venire sin qui”, osserva. Al piano sotterraneo, tra i pescivendoli, i cagliaritani fanno incetta di spigole, orate e calamari. Il prezzo medio? Tra gli otto e i tredici euro. Chi sembra non tirare più come prima sono le aragoste e gli astici, mentre vanno via quasi come il pane le retine piene di cozze e vongole. E, se è vero che le scelte alimentari sono, spesso, dettate dal “peso” dei portafogli, scegliere i molluschi e dire “addio” ai crostacei potrebbe rappresentare un ulteriore campanello d’allarme alla voce “crisi”. Ma per il conto finale, a detta di più di un pescivendolo, bisognerà attendere il trentuno dicembre, nella speranza di un “assalto” ai box da parte dei cagliaritani per riempire le tavole di Capodanno.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon