Blitz notturno sul ponte di Oloè

 © ANSA

Blitz in piena notte sul ponte di Oloé: protagonisti i cittadini di Oliena, esasperati da sette anni di chiusura della provinciale Oliena-Dorgali a causa del crollo del viadotto durante l'alluvione del 18 novembre 2013, costata la vita all'agente di Polizia Luca Tanzi. Sul ponte è stato allestito un presepe, attorno striscioni per denunciare il settimo Natale di disagi: "Traditi dalla politica ci affidiamo ai santi", "Cristo si è fermato a Oloè". C'è anche il coro a tenores che intona una poesia in sardo dedicata ai lavori infiniti su una strada di collegamento vitale per i due comuni.

Immagini e interviste raccolte e rilanciate dal Tg di Videolina. "E' il settimo Natale con il ponte di Oloé chiuso, così come chiuso è il rubinetto dei soldi per metterlo a posto", racconta un cittadino del comitato spontaneo nato sulla scia delle proteste. Nel presepe i tre Re Magi al posto dell'oro dell'incenso e della mirra hanno i soldi, per sottolineare le risorse investite inutilmente per rimettere in piedi la struttura crollata con il passaggio del ciclone Cleopatra.

"Questo ponte rappresenta il fallimento della politica sarda e nazionale - incalza un altro attivista - Ormai non crediamo più a nessuno di loro, ma solo a Gesù bambino". L'infrastruttura è sotto sequestro dal febbraio 2017 su richiesta della Procura di Nuoro. Qualche mese fa il tribunale ha rigettato l'istanza di dissequestro presentata dalla Provincia a conclusione di una serie di lavori per la messa in sicurezza. Secondo i tecnici del Palazzo di giustizia, le opere finora completate non garantiscono ancora la non pericolosità del ponte: servono altre indagini e nuovi interventi.
   

Fonte: Ansa

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon