Mettono il gatto nel microonde per postare il video: denunciati due ragazzi

Due adolescenti di Dunkerque, Francia, hanno messo un gattino innocente nel microonde per qualche secondo, dopo aver acceso l’elettrodomestico e hanno filmato il tutto postando l’agghiacciante video poi su Snapchat. Il gatto protesta, miagola, si dimena e urla di dolore, lottando con tutte le sue forze per sfuggire alla tortura cercando di uscire. Il video è stato segnalato da un utente al rifugio per animali S.P.A. Dunkerque, che ha postato sulla propria pagina la notizia, escludendo tuttavia il filmato per via della sua atrocità. La notizia ha scatenato grande indignazione tra gli utenti, scandalizzati da quel gesto orribile, e molte persone hanno rivolto minacce di morte ai ragazzi, poi condannate dallo stesso rifugio, che ha invitato gli utenti a mantenere la calma, lasciando alla Giustizia il compito di punirli adeguatamente. Anche perché nel frattempo erano stati diffusi indirizzi falsi dei due adolescenti, scatenando il delirio. “Non siamo giudici, né avvocati, né polizia … La giustizia deve e farà il suo lavoro!”, ha giustamente scritto il rifugio sulla propria pagina fb, che nel frattempo ha affermato di aver identificato i due ragazzi e di aver presentato denuncia mercoledì per crudeltà verso gli animali. Al termine del brutto scherzo il gattino è sopravvissuto ma di sicuro non starà bene anche se mercoledì è stato affidato a una nuova famiglia che d’ora in poi se ne prenderà cura. Non c’è che dire, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, questi ragazzi meritano senz’altro di essere puniti secondo quanto stabilito dalla legge francese. La pena potrebbe essere di due anni di reclusione e una multa di circa € 30.000.

L'articolo Mettono il gatto nel microonde per postare il video: denunciati due ragazzi proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon