I sette “maledetti” minuti del Cagliari, la Lazio scappa dalla Sardegna Arena con i 3 punti

Il Cagliari perde in casa con la Lazio, una partita stregata da episodi e da una decisione arbitrale che ancora non abbiamo capito, quei sette minuti di recupero e a seguire l’extra time ingiustificato di un altro minuto, qualcuno darà spiegazioni in merito, il Cagliari si è battuto egregiamente, con grande determinazione e soprattutto ha avuto tre occasioni nitide per raddoppiare, purtroppo in tutte e tre le occasioni la sfortuna ci ha messo lo zampino e anche la bravura di Strakosha ha impedito che la squadra di Maran raddoppiasse. Un pubblico straordinario che non ha smesso mai di incitare la squadra, deve ingoiare questo boccone amaro, il calcio è anche fatto di episodi e di decisioni “strane”, i tifosi rossoblù lo sanno bene e stasera sapranno farsene una ragione, ma vediamo come sono andate le cose:
La partita dei record, così si presenta questo scontro in zona champions tra Cagliari e Lazio, infatti i laziali rincorrono l’ottava vittoria consecutiva, il Cagliari il quattordicesimo risultato utile. La notte della Sardegna Arena è un tripudio di colori rossoblù, un Natale anticipato di colori che il meraviglioso pubblico cagliaritano vive con intensità e passione. Maran non si fida della Lazio e cerca di coprire la fascia sinistra, scegliendo Likogiannis al posto di Luca Pellegrini, per il resto c’è Ionita al posto dello squalificato Rog, quindi la cosiddetta formazioni tipo (esclusi infortunati e squalificati), quindi: Rafael, Cacciatore, Lykogiannis, Pisacane, Klavan, Cigarini, Ionita, Nandez, Nainggolan, Joao Pedro e Simeone. Simone Inzaghi risponde con: Strakosha, Luis Felipe, Acerbi, Radu, Lazzari, Mmilinkovic – Savic, Leivra, Luis Alberto, Lulic, Correa e Immobile. La Lazio presenta il solito centrocampo “folto”, con cinque mattatori, il Cagliari preferisce il “rombo” con Cigarini in regia e Nainggolan dietro le punte. La temperatura della serata è gradevole, il terreno di gioco perfetto e la direzione della gara è affidata a Maresca, al Var Pairetto. Ma vediamo come sono andate le cose.

 

Il Cagliari sa benissimo che la Lazio in questo momento è un cliente ostico, per cui impone alla partita ritmi elevati sin dal primo minuto. Nainggolan e Cigarini ricamano palloni su palloni, il resto della squadra segue con attenzione, al 7’ è Giovanni Simeone a ringraziare il pubblico di Cagliari con un gol fantastico, una palla deviata da Joao Pedro di testa che il giovane attaccante argentino calcia al volo, insaccando all’incrocio dei pali, pubblico in delirio e Cagliari in vantaggio. La Lazio non ci sta e cerca subito il pareggio con Ciro Immobile ma la difesa rossoblù respinge, al 18’ è Nandez ad avere una ghiotta occasione per raddoppiare, ma il centrocampista Uruguayano preferisce crossare basso. La Lazio cerca di proporre azioni offensive, affidandosi ai cross dei laterali ma la difesa cagliaritana fa buona guardia e rilancia puntualmente, al 27’ Maresca ammonisce prima Luis Alberto che accenna vibranti proteste e subito dopo, giallo anche per Nandez (è diffidato e salterà la prossima gara con l’Udinese). Al 33’ arriva l’ammonizione anche per Klavan, ma l’azione che offre le emozioni maggiori al pubblico della Sardegna Arena è ancora del Cagliari che al 44’ con Nainggolan che dopo una corsa di 50 metri si ritrova a tu per tu con Strakosha che salva miracolosamente, subito dopo una serie di rimpalli in area con palla sulla testa di Joao Pedro che trova ancora il portiere bianco verde pronto alla respinta. Dopo 2’ di recupero Maresca manda i giocatori al risposo, Cagliari 1 Lazio 0.

 

Inizia il secondo tempo senza sostituzioni, al 1’ Maresca mostra il giallo anche a Ionita, negli sviluppi di un cross, Lykogiannis riceve una gomitata in faccia e rimedia una seria contusione, per Maresca è tutto regolare, poi è Joao Pedro a salvare di testa sulla linea, una palla che Immobile aveva indirizzato in rete. Al 10’ giallo anche per Pisacane che protesta per un presunto errore di Maresca, intanto Inzaghi effettua una sostituzioni, fuori Lulic e dentro Jony. La Lazio pressa sempre di più, il Cagliari si difende con ordine, quando decide di contrattaccare fa male ed è sempre pericoloso. Al 18’ la Lazio effettua un altro cambio, dentro Cataldi fuori Leiva; al 23’ giallo anche per Cataldi che travolge Nandez, punizione da 30 metri per il Cagliari, batte Lykogiannis di sinistro e palla che sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di Strakosha. Al 27’ Simeone sciupa l’occasione della vita, servito da Nainggolan si presenta a tu per tu con Strakosha e sbaglia clamorosamente calciando fuori con il sinistro. Al 31’ è Joao Pedro a entrare in area prepotentemente e solo una deviazione di Acerbi evita all’attaccante cagliaritano di segnare il goal del raddoppio, al 35’ la Lazio sostituisce Radu con Faicedo, Maran risponde con Oliva al posto di un grandissimo Cigarini. Al 37’ si infortuna Ionita il guerriero, dentro Faragò. Al 39’ è Immobile a tentare la zuccata in area ma la palla è fuori, al 41’ anche Faragò spreca l’occasione della vita, solo davanti al portiere della Lazio, scivola. Al 44’ Nandez a terra per una pallonata ricevuta, intanto Maresca assegna 7 minuti di recupero. Al 2’ di recupero la Lazio pareggia con un’azione fortunosa, casualmente la palla finisce tra i piedi di Luis Alberto che con un tiro di controbalzo spedisce la palla in rete. Maran manda in campo Deiola al posto di Nainggolan, al 95esimo è Rafael a sventare un’occasione per la Lazio. Al 98esimo la Lazio vince la partita con un gol di testa di Caicedo, scandaloso alla Sardegna Arena, ingiustificato il recupero concesso da Maresca, la Lazio passa con un’altra azione fortunosa. Maresca fischia dopo 9’, una partita che il Cagliari aveva avuto l’occasione di chiudere ma che non è riuscito per tanta sfortuna. Alla lunga la stanchezza ha messo in difficoltà gli uomini di Maran, Simeone, Nainggolan e Cigarini sono stati bravissimi ma non è bastato, Maresca si conferma “bestia nera” dei rossoblù che dopo tredici risultati utili riassaporano il sapore amaro della sconfitta.

L'articolo I sette “maledetti” minuti del Cagliari, la Lazio scappa dalla Sardegna Arena con i 3 punti proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon