Concerto di launeddas all’Oncologico di Cagliari, mamma Gloria: “Guarirò per le mie figlie”

È rimasta stupita e, allo stesso tempo, emozionata: “Non ho mai pianto davanti alle mie figlie, ma c’è sempre una prima volta”. Per Gloria Congiu, quella “prima volta” è stata l’otto dicembre scorso. Una delle sue bambine, Elena, si è presentata fuori dalla stanza sterile nella quale era ricoverata la donna, colpita dalla leucemia e, insieme al gruppo folk di Escalaplano le ha dedicato un concerto con le launeddas. A distanza di tre giorni, la trentottenne è uscita dall’ospedale: “Ho fatto il trapianto, ora devo solo attendere sei mesi e incrociare le dita. Non sono ancora guarita del tutto”. La sua vita cambia lo scorso mese di maggio: “Il venticinque, sono andata al Policlinico perchè avevo una tonsillite acuta. Un medico, Luca Serchisu, prima di dimettermi mi ha fatto un emocromo, è stato bravissimo. Grazie a lui ho scoperto di avere la leucemia proprio all’esordio”. Tutto viene stravolto: “Ho dovuto lasciare il lavoro di assistente sociale al Comune di Goni, sono stata anche al San Martino di Genova per farmi seguire da un esperto”. Lì, all’Oncologico, la donna ha trascorso molti giorni isolata da tutti: “Oltre un mese in camera sterile, senza poter abbracciare le mie due figlie e mio marito Efisio. Subito dopo il concerto sono corsa ad abbracciare forte forte la mia Elena, avevo le lacrime agli occhi”.

 

Oggi, dopo un calvario lungo mesi, il peggio sembra essere ormai alle spalle: “Ho fatto il trapianto grazie ad un donatore esterno compatibile, ora devo attendere e sperare che non ci siano complicazioni o ricadute”, racconta, mentre con gli occhi ammira l’albero di Natale che ha realizzato, insieme alle figlie e al marito, nel salotto della loro casa a Calamosca: “Guarirò totalmente”, giura Gloria. Durante i giorni “infiniti” trascorsi all’Oncologico, ha avuto modo di pensare, e molto, alla sua vita: “Sono sempre stata attivissima, tra politica e associazionismo non mi sono mai fermata ma, forse, non ho mai saputo dare la giusta importanza alla semplicità di un abbraccio. Beh, da oggi e per tutta la vita che mi rimane la priorità assoluta ce l’avranno Elena, Emilia ed Efisio”. Gloria manda anche un ringraziamento speciale “a tutti i medici, gli infermieri e gli Oss che mi sono stati sempre vicino, spronandomi a non arrendermi mai. Proprio come hanno fatto anche gli addetti alle pulizie dell’ospedale: anche loro, tra un sorriso e una parola di conforto, mi hanno permesso di iniziare a rivedere la luce della mia ‘nuova’ vita”.

L'articolo Concerto di launeddas all’Oncologico di Cagliari, mamma Gloria: “Guarirò per le mie figlie” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon