Parcheggi nel Sinis: incassi raddoppiati e in futuro più strisce blu

Parcheggi nel Sinis: incassi raddoppiati e in futuro più strisce blu
Bilancio della stagione turistica presentato dal sindaco di Cabras in un confronto con gli operatori del comparto ricettivo

Sono più che raddoppiati, rispetto all’anno passato, gli introiti dei parcheggi a pagamento lungo le spiagge del Sinis, la scorsa estate. Tra abbonamenti e ticket giornalieri il Comune di Cabras ha incassato, durante la stagione iniziata il 29 giungo e proseguita fino agli ultimi giorni di settembre, 350 mila euro, rispetto ai 165 mila del 2018.

I dati sono stati presentati dal sindaco Andrea Abis, questo pomeriggio, durante un incontro con gli operatori del comparto turistico ricettivo. Alla riunione erano presenti anche l’assessore alle Politiche sociali Alessandra Spanu, l’assessore all’Urbanistica Enrico Giordano, l’assessore al Patrimonio Alessandra Pinna e il direttore dell’Area Marina Protetta Massimo Marras.

“Queste entrate”, ha commentato il primo cittadino, “dimostrano che abbiamo lavorato nel modo giusto e ci spingono a fare ancora meglio”. Tra le idee dell’amministrazione c’è infatti quella di rendere le spiagge del Sinis ancora più esclusive, aumentando gli stalli di sosta a pagamento, ed eliminando le cosiddette strisce bianche da alcuni litorali.

“Anche per Funtana Meiga”, ha detto il primo cittadino Andrea Abis durante l’incontro, “potrebbe essere pensato un pass per i residenti come per San Giovanni, e impostare, invece, i parcheggi a pagamento nel resto della borgata”. I residenti hanno, infatti, lamentato un afflusso maggiore in questa spiaggia, secondo loro derivante dall’aumento dei parcheggi a pagamento a San Giovanni.

Il sindaco Abis ha poi ammesso che tra le idee dell’amministrazione comunale c’è anche quella di eliminare il parcheggio gratuito da San Giovanni e Is Aruttas. “Queste spiagge”, ha detto Abis, “hanno una soglia di sopportazione limitata. L’estremo afflusso di persone le danneggia. Dobbiamo puntare a un turismo di qualità e non di quantità”.

Tra le entrate del Comune lagunare si aggiungono anche quelle derivanti alla tassa di soggiorno, precedentemente criticata dagli stessi gestori delle strutture turistiche per paura che disincentivasse il turismo. Grazie alla tassa, di un euro al giorno per persona, invece il Comune ha totalizzato 65 mila euro, 15 mila in più rispetto a quelli ipotizzati nel  piano prestagionale. I guadagni derivati dalla tassa sono, però, vincolati, ciò significa che possono essere reinvestiti solo in attività turistiche.

Venerdì, 6 dicembre 2019

L'articolo Parcheggi nel Sinis: incassi raddoppiati e in futuro più strisce blu sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon