Lettera aperta al premier Conte e al ministro Azzolina

 Simonetta Fasoli, Carerina Gammaldi, Rosamaria Maggio

image

La politica si affida ai “saggi” per risolvere i tanti problemi della scuola italiana, ma questo è un mondo ricco di associazioni, di persone che nella scuola hanno insegnato e combattuto una vita. Si deve dunque pensare ad una “saggezza collettiva” più che a pochi personaggi, che per quanto colti ed esperti, non possono racchiudere in sé il deposito di sapienza e di esperienza di migliaia di persone e delle formazioni sociali di cui sono parte. Ecco perché ci pare importante questa lettera aperta, perché è inviata da chi ha una legittimazione a parkare di scuola acquisita sul campo, in tanti anni di insegnamento e di impegno nel CIDI. Questo mondo, colto e specificamente esperto, dovrebbe essere dal Presidente del Consiglio e dalla Ministra Azzolina al cappezzale della scuola malata onde individuare e praticare i rimedi più appropriati.

Siamo state insegnanti di scuola secondaria per 40 anni e stentiamo a credere che si possa di nuovo proporre l’esperienza dei “saggi” (questa volta 9) a cui chiedere i farmaci per la scuola ammalata.
Siamo stanche di dovere ogni volta richiamare il mondo della politica e della cultura alla cura di un bene comune da cui dipende il futuro del paese.
Non vorremmo che per questa via si fingesse di cercare rimedi che non corrispondono al diritto al sapere di una generazione di bambini e di adolescenti già privati dell’esperienza educativa, dei loro Maestri.
Ignorare che esistano le associazioni degli insegnanti (disciplinari e generaliste ) frequentate da migliaia di insegnanti riflessivi che si pongono domande sull’apprendimento di chi sa e di chi è in difficoltà è segno di superficialità.
La curiosità  di conoscere, la dispersione scolare si curano a scuola nella relazione, nel gruppo dei pari. Per questi obiettivi vanno impegnate le risorse economiche.
Sostenere gli insegnanti non significa proporre loro corsi di formazione sulla sicurezza e sul digitale general generici. Sostenere la scuola e gli insegnanti esige una proposta che sappia vigilare sulla cultura della scuola, sul sapere disciplinare, sulla didattica in quanto scienza dell’insegnamento. C’è bisogno di più lingua, di più storia, di più diritto e economia, di più matematica e scienze per costruire le competenze culturali di base, che non decadano nel tempo.
L:’essenzialita, la significatività, la progressività è già nei curricoli. Sostenerne la progettualità e la ricerca è compito di chi governa la scuola.
La scuola attende da troppi anni  scelte politiche contrarie ai tagli lineari di un recente passato che hanno penalizzato il tempo scuola  e le risorse professionali, che hanno impoverito  i modelli pedagogici che hanno fatto la scuola che riflette, sperimenta, ricerca.
La scuola, quella che non si arrende, lavora per cittadini colti, consapevoli non sudditi, che sappiano esercitare fino in fondo i diritti costituzionalmente garantiti. Un impegno per noi insegnanti e i governanti che discende dalla Costituzione, troppo spesso disatteso dalla politica e dal mondo della cultura, ora più evidente a causa dell’emergenza sanitaria.
Chiediamo una scuola che non sia intrattenimento, che non cerchi facili scorciatoie, che dia a tutti e a ciascuno il sapere utile per la cittadinanza.

 

SIMONETTA FASOLI

CATERINA GAMMALDI

ROSAMARIA MAGGIO

Fonte: Democrazia Oggi

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon