ANPI. Il 25 tutti insieme in festa dai balconi

image

L’ANPI della Città metropolitana di Cagliari e della Provincia del Sud Sardegna, così come quella delle altre realtà sarde e nazionali, il 25 aprile festeggerà la Liberazione dal nazifascismo nelle forme stabilite dalla Costituzione e nel rispetto della normativa anticontagio da Coronavirus e degli accordi intercorsi con le autorità preposte e invita i militanti ed i simpatizzanti a vigilare per un sereno svolgimento delle iniziative e ad isolare gli eventuali provocatori (come coloro che indicono raduni contro le regole anticontagio). Pur non potendo quest’anno festeggiare tutti assieme, stiamo organizzando molte iniziative, alcune già in atto soprattutto sui social network e altre che realizzeremo nella giornata del 25, come quella nazionale “Bella ciao in ogni casa” alla quale invitiamo fin d’ora tutti i cittadini.
Gianna Lai, dell’ANPI di Cagliari, intervistata da Telecostasmeralda, ha precisato il programma per questo 25 aprile. La pandemia non ferma la festa:

Resta forte nei nostri cuori QUESTO 25 APRILE del 2020, l’Associazione  Nazionale Partigiani d’Italia lo festeggia dalle finestre e dai  balconi,  esponendo le  bandiere al canto di bella ciao, solo i rappresentanti del comitato 25 aprile alla deposizione di fiori e corone nel parco delle rimembranze di via Sonnino.
75 anni fa l’insurrezione popolare decisa dal Comitato di liberazione nazionale, operai contadini studenti,  i partigiani della libertà contro il nazifascismo, un’intera generazione di giovani già falcidiata dalla guerra, che ha pagato a caro prezzo la lotta partigiana con 40mila morti. Pensavano a costruire il futuro, pensavano  a noi, infatti il termine importante di quella lotta armata fu la Costituzione e la Repubblica, libertà e  profondo rinnovamento sociale, per mantenerli, dovremmo oggi combattere seguendo il loro esempio.
Questo  vogliamo ricordare con la nostra pagina ANPI  di Cagliari, quando abbiamo chiesto ad amici e compagni di inviare testi e lavori e video e canti per il 25 aprile. E in particolare molti figli e nipoti inviano storie di partigiani sardi, che hanno combattuto nelle brigate del nord Italia, un importante segno di unità tra nord e sud, di unificazione del paese diviso in due dalla guerra, che avvicina anche noi alla Resistenza.
E poi il 25 aprile è una festa, si svolge con la diretta di artisti, cantanti e giovani antifascisti, da casa loro, sui temi della Liberazione, (Rita Atzeri, Clara Murtas, Roberto Deiana, Tiziana Troja e i giovani Mauro Tunis e Michela Lippi, presentati da Vito Biolchini), che restituiscono lo spirito della  manifestazione popolare, quella fatta con gli striscioni le bandiere e il canto del coro ANPI di  Cagliari, anche se quest’anno bella ciao la cantiamo dai nostri balconi e dalle nostre finestre. C’è bisogno di speranza e di unità si legge nel documento della presidenza nazionale dell’ANPI, e ancora la canteremo  nei prossim giorni, buon 25 aprile a tutti”.

Fonte: Democrazia Oggi

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon