La storica sentenza della Corte Costituzionale sull’aiuto al suicidio

A.P.

  suicidio corte costituzionale

Ho sempre ritenuto che il diritto sia accettabile (non dico giusto) quando risponde al buon senso. Così è del tutto ragionevole, al di là di ogni credo, che in casi come quello del Dj Fabo o della Englaro o di Uelbi l’assistenza pubblica al fine vita. Non lo è invece generalizzare, non tener conto delle tante sfumature. Il buon senso, la ragionevolezza sono il contrario dell’uso dell’accetta, i casi devono essere analizzati uno per uno, onde coglierne le diversità anche impercettibili con casi simili. Si ricordi che la vita e la morte non hanno solo rilevanza sul piano etico generale o religioso, ma hanno degli effetti pratici e giuridici molto rilevanti. Pensate all’eredità. Non c’è solo il caso banale dell’erede che attende con ansia il decesso del de cuius, ma ci sono anche cambi di linea ereditaria a seconda che muoia prima l’uno o l’altro. Pensate ai coniugi senza figli. Poi ci sono gli infiniti casi in cui il decesso spiana la strada a nuove relazioni sentimentali o economiche. Questo per dire che il suicidio assistito dev’essere circondato da cautele e condizioni molto articolate. La ragionevolezza è indissolunilmente legata ad una adeguatezza della soluzione al caso concreto.
Non è un caso che la decisione ’storica’ della Corte Costituzionale escluda la punibilità dell‘aiuto al suicidio[1] - contemplato dall’articolo 580 del codice penale che prevede pene tra i 5 e i 12 anni di carcere - solo  a “determinate condizioni”. Quella in cui si trovava Fabiano Antoniani, noto come Dj Fabo, che, irreversibilmente cieco e tetraplegico dopo un incidente stradale, aveva deciso di andare a morire in Svizzera, come poi è accaduto il 27 febbraio 2017,è una situazione particolarmente chiara, quasi paradigmatica. Ma non sempre è così. Ecco perché è “indispensabile l’intervento del legislatore”. Perché occorre circoscrivere la “non punibilità” di chi “agevola l’esecuzione del proposito di suicidio” ai casi in cui esso si sia autonomamente e liberamente formato” in capo ad “un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da una patologia irreversibile, fonte di sofferenze fisiche e psicologiche che egli reputa intollerabili ma pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli”.
E per “evitare rischi di abuso” nei confronti delle “persone specialmente vulnerabili”, i ‘giudici delle leggi’ fissano ‘paletti’, ossia “condizioni e modalità procedimentali” desunte da leggi già in vigore: la “non punibilità” dell’aiuto al suicidio, dunque, viene “subordinata” al “rispetto delle modalità previste dalla normativa sul consenso informato, sulle cure palliative e sulla sedazione profonda continua”, di cui parlano gli articoli 1 e 2 della legge 219/2017 in materia di consenso informato e Dat, nonché alla “verifica sia delle condizioni richieste che delle modalità di esecuzione da parte di una struttura pubblica del Ssn, sentito il parere del comitato etico territorialmente competente”.
“Da oggi siamo tutti più liberi” dice giustamente Cappato. Ma, attenzione!, a non indurre il convincimento che d’ora in avanti ognuno potrà agire senza condizioni. Non è e non dev’essere così.

References

  1. ^ ‘aiuto al suicidio (www.agi.it)

Fonte: Democrazia Oggi

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

sconti amazon