Torna la rassegna JazzAlguer, quest’anno vetrina della migliore musica sarda

Torna la rassegna JazzAlguer, quest’anno vetrina della migliore musica sarda
Il cartellone con tutti i protagonisti e le date

Paolo Fresu & Daniele Di Bonaventura – Foto Felipe Fuenzalida

Nonostante la particolare situazione del momento, causata dal coronavirus, JazzAlguer si appresta a varare la sua terza edizione. Inizialmente prevista in partenza il 12 giugno, la rassegna organizzata ad Alghero dall’associazione culturale Bayou Club-Events con la direzione artistica di Paolo Fresu, ha dovuto, giocoforza, rimodulare calendario e cast artistico, rinunciando a qualche nome già in programma e rinviando qualche appuntamento. È il caso, in particolare, di JazzAlguer Mediterrani, il concorso internazionale per giovani band collegato alla rassegna, che proprio sabato scorso avrebbe dovuto eleggere il gruppo vincitore nella sua serata finale.  Ma è comunque un cartellone di tutto rispetto quello che, inserito nel più ampio calendario degli appuntamenti dell’estate 2020 presentato dall’Amministrazione Comunale e la Fondazione Alghero, fino al 3 settembre animerà la cittadina catalana del nord Sardegna con otto serate a cadenza (circa) settimanale nell’accogliente spazio de Lo Quarter debitamente allestito a prova di distanziamento sociale e nel rispetto delle norme essenziali anti-coronavirus. Un cartellone che, facendo di necessità virtù, si propone come una vetrina per alcune delle migliori espressioni musicali isolane. A partire dall’artista cui spetterà il compito di inaugurare la serie di concerti domenica 12 luglio: al centro dei riflettori in due set distinti (alle 20 e alle 22, per soddisfare l’affluenza del pubblico garantendo le giuste distanze tra gli spettatori), Franca Masu, la cantante di casa proprio ad Alghero; voce passionale capace di fondere in uno stile personalissimo fado, musica napoletana e sarda, tango, morna e echi arabeggianti, proporrà in anteprima dal vivo i brani raccolti nell’album di prossima uscita, “Cordemar”; ad affiancarla, Luca Falomi alla chitarra e altri tre musicisti che ritroveremo anche nel prosieguo del festival: Sade Mangiaracina al pianoforte, Salvatore Maltana al contrabbasso e Massimo Russino alla batteria.

Altra voce e altre atmosfere, sei sere dopo (sabato 18 luglio, ore 21.30) con Stefano Nosei: accompagnato dalla chitarra di Andrea Maddalone in “Lovin’James”, il musicista e cabarettista spezzino, con la consueta leggerezza che ha sempre caratterizzato la sua comicità in musica, rilegge grandi successi del pop internazionale – come “Satisfaction”, “Barbie Girl”, “The Wild Boys”, “Waka Waka”, tra gli altri – ma interpretandoli e cantandoli alla maniera di James Taylor, “il massimo cantore del lato delicato delle cose”.

Come Franca Masu, anche Salvatore Maltana “gioca in casa”: sabato 25 luglio (ore 21.30) il contrabbassista algherese avrà modo di presentare tra le mura amiche il repertorio del suo recente album “My Folks”, un disco dichiaratamente ispirato dai ricordi di famiglia e dell’infanzia. Con lui sul palco di Lo Quarter gli stessi compagni di viaggio che l’hanno affiancato in studio di registrazione, l’armonicista Max De Aloe e il chitarrista Marcello Peghin, anche lui di base nella cittadina sulla Riviera del Corallo.

Il mese di agosto per JazzAlguer si apre lunedì 3 con un duo d’eccezione (in un doppio set, alle 20 e alle 22), quello formato da Paolo Fresu (tromba e flicorno) e Daniele di Bonaventura, apprezzatissimo interprete del bandoneon, lo strumento a mantice tipico del tango, su cui ha sviluppato una feconda produzione artistica e collaborazioni che spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz alla musica etnica alla world music. Un felice sodalizio artistico, quello fra il trombettista sardo e il bandoneonista marchigiano, cementato negli anni attraverso tanti concerti e progetti (in particolare quelli con il coro corso A Filetta), e culminato nell’album “In maggiore” pubblicato nel 2015 dalla prestigiosa etichetta ECM.

La formula duo caratterizza anche la serata di sabato 8 agosto (ore 21.30): protagonisti Sade Mangiaracina, pianista siciliana dalla forte e originale cifra stilistica, uno dei nuovi talenti più interessanti del jazz italiano, e il tunisino Ziad Trabelsi, cantante e suonatore di oud (il liuto arabo), membr0 dell’Orchestra di Piazza Vittorio e direttore dell’Orchestra Almar’à (la prima orchestra di donne arabe e del Mediterraneo in Italia). Un concerto dagli aromi mediterranei, frutto dell’incrocio tra le radici dei due musicisti, con pezzi originali e reinterpretazioni di brani della tradizione mediorientale.

Una formazione di primo piano sulla scena jazzistica sarda, Roundella, tiene banco a Lo Quarter la sera del 17 agosto (ore 21.30). Il gruppo cagliaritano nasce nel 2012 quando la cantante Francesca Corrias, il contrabbassista Filippo Mundula e il batterista Gianrico Manca, sulla base del precedente quartetto Around Ella, danno vita a un progetto totalmente originale con l’inserimento nell’organico del chitarrista Mauro Laconi: un progetto basato sulla continua ricerca ritmica e sonora, dove le influenze si intrecciano senza barriere e le differenti personalità dei musicisti trovano un’unità completa nel groove e nel beat. Dopo l’esordio discografico del 2015, “Biography”, nel 2017 inizia la collaborazione del quartetto con il pianista e arrangiatore Luca Mannutza, con cui lavora alla realizzazione del secondo album, in uscita prevista per il mese prossimo.

Altri tre volti noti del jazz nell’isola dei nuraghi – il pianista Mariano Tedde, il contrabbassista Nicola Muresu e il batterista Massimo Russino – riuniti sotto l’insegna del trio Timepiece, accolgono nella penultima serata della rassegna, domenica 30 agosto (ore 21.30), Emanuele Cisi, una delle voci più rappresentative del sassofono tenore, con il suo stile capace di unire una profonda conoscenza della tradizione a un gusto personale per la composizione. Classe 1964, premio della critica della rivista Musica Jazz come miglior nuovo talento nel 1995, il sassofonista torinese ha registrato dodici album come leader o co-leader e più di cinquanta come sideman, per etichette italiane e internazionali. Mariano Tedde, Nicola Muresu e Massimo Russino costituiscono un organico ben rodato da quindici anni di intensa attività con varie collaborazioni in campo internazionale come trio e settetto (Timepiece) e come sezione ritmica di qualità.

Due voci femminili, quelle della torinese Valentina Nicolotti e della sassarese Denise Gueye, suggelleranno la terza edizione di JazzAlguer il 3 settembre con il loro progetto Swing Duets. Entrambe appassionate di jazz, le cantanti si incontrano durante i Seminari di Nuoro Jazz nel 2014 per iniziare tre anni dopo, a Torino, la loro collaborazione nel progetto Accordi Disaccordi & Voices. Accompagnate dal trio del pianista Salvatore Spano, con Alessandro Atzori al contrabbasso e Ciccio Brancato alla batteria, sul palco de Lo Quarter per l’atto finale della rassegna, proporranno un repertorio che abbraccia i brani più popolari dell’American Songbook arrangiati per due voci e arricchiti da improvvisazioni.

Il prezzo dei biglietti varia a seconda delle serate, dai 10 ai 25 euro. L’abbonamento per l’intera rassegna costa invece 70 euro. Prevendite ad Alghero presso Cyrano Libri Vino e Svago, in via Vittorio Emanuele II, 11, dalle ore 19 alle 20.30. (Per informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 3288399504 – 3391161674).

La terza edizione di JazzAlguer – música per tots è promossa dall’associazione culturale Bayou club-events, con il contributo e la collaborazione della Camera di Commercio di Sassari nell’ambito del bando Salude&Trigu, della Fondazione Alghero, del Comune di Alghero e della So.Ge.A.AL. S.p.A. Aeroporto di Alghero. Media partner: Catalan TV e Radio Onda Stereo.

Giovedì, 2 luglio 2020

L'articolo Torna la rassegna JazzAlguer, quest’anno vetrina della migliore musica sarda sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le Ultime Notizie




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT
sconti amazon