Sarda News - L'Unione delle Ultime notizie dalla Sardegna


Cagliari, i ristoratori della Marina riaprono e sfidano la crisi: “Ma senza turisti sarà difficile”

Da via Sardegna a via Baylle, da via Barcellona a via Napoli. Dopo quasi tre mesi di lockdown riaprono la maggior parte dei ristoranti della Marina, a Cagliari. Tavolini in meno, igienizzati all’entrata, nuovi spazi fuori e meno personale. Da Lillicu a Ci Pensa Cannas, dall’Antica Cagliari alla Locanda Margherita. Le cucine sono già in funzione e i registratori di cassa pure. C’è tanta voglia di sfidare la crisi, dopo tante settimane di incassi pari a zero, ma ci sono anche i dubbi in vista di un’estate che, dal punto di vista turistico, potrebbe non decollare come gli anni passati. Torneranno le crociere, gli aerei riprendono tutti i collegamenti, ma la domanda è una: i vacanzieri sceglieranno la Sardegna e Cagliari nell’estate del Coronavirus? Senza di loro, le casse rischiano, bene andando, di essere semivuote. E, in un primo giugno con gli odori di pesce fritto e bistecche grigliate che tornano nel rione portuale cagliaritano, le dita dei ristoratori sono incrociate.Franco Lai, gestore della Locanda Margherita: “Ho già ricevuto prenotazioni, i clienti non fanno troppe domande sulle norme da rispettare, io ho messo tavolini anche fuori, bene a distanza. I turisti? La settimana prossima dovrebbe arrivare una nave da crociera, speriamo che arrivino anche per tutta l’estate”. In caso contrario, “bisognerà puntare tutto sui cagliaritani. Speriamo bene”. Serrande nuovamente sollevate anche per il bistrot e per il ristorante Antica Cagliari. Alberto Melis è netto: “Abbiamo studiato bene tutti i protocolli da seguire per evitare multe, oggi riapro e, per fortuna, non ho dovuto licenziare nessuno. Qualche collaboratore è ancora in cassa integrazione. La Marina è da sempre un rione turistico, soprattutto da quando è stato pedonalizzato. I vacanzieri valgono almeno un cinquanta per cento degli incassi, ora come ora confido soprattutto sui clienti cagliaritani e su chi arriva dall’hinterland. La paura? L’abbiamo già sfidata in questi mesi di chiusura”. 
Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.

Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.
Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le Ultime Notizie



Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT