Sarda News - L'Unione delle Ultime notizie dalla Sardegna


Cagliari, addio “mercatino dei poveri” in piazza Trento: “Centinaia di bisognosi in difficoltà”

In quel mercatino, per oltre mille domeniche, ne ha viste di tutti i colori. Franco Rachele, 71 anni, presidente dell’associazione Sant’Avendrace e “papà” del mercatino di piazzale Trento, è affranto: “Siamo da 24 ani tra piante che cadono e grate rotte, andare avanti così era difficile”. Ma non impossibile: “Tante volte ho chiesto interventi seri alla politica, ma non è mai stato fatto nulla”. E così, i tanti metri quadri all’aperto non ospiteranno più nessun tipo di vendita. Via vestiti, pentole, gioielli, foulard e cibo. Un bazar all’aperto sorto dopo la chiusura di quello del Bastione di Saint Remy e che non è mai stato regolarizzato: “Sì, ma ho pagato 2500 euro al mese di suolo pubblico alla Regione”, sbotta Rachele, “ho chiesto più volte che fossero eseguiti dei lavori, ma non è mai stato fatto nulla. Un albero è crollato, qualche anno fa, rischiando di uccidere un espositore. Le grate delle fognature, poi, sono tutte da cambiare. Non c’è mai stata manutenzione, e la decisione del Comun, penalizza tantissime famiglie bisognose della città e della Sardegna, che da oggi sono ancora di più in difficoltà”.

Già, ma una delle ragioni (o forse quella principale) che ha portato alla chiusura del mercatino all’aperto è stata per i “troppi problemi che creava”. E in tanti, soprattutto nella zona, si sono lamentati degli espositori presenti nelle viuzze attorno al piazzale: “Quelli sono abusivi, sono stati gli abitanti a protestare più volte, credo mandando anche lettere al prefetto perchè avevano i garage bloccati. Ma io con loro non ho mai avuto problemi, sono tutti figli della Sardegna e di Dio. Quando ho potuto, li ho fatti accomodare nel piazzale e, inoltre, se qualcuno non poteva pagarmi la quota, non c’era problema. Dalla politica sono mancate delle regole chiare sull’utilizzo dell’area”. Vabbè. Ora, però, il problema c’è. Addio al mercatino: “Chiedo ufficialmente un incontro al sindaco Paolo Truzzu e all’assessore comunale delle Attività produttive Alessandro Sorgia”, afferma Rachele, “per trovare una soluzione. Io, personalmente, non ho difficoltà a gestire anche un mercatino con meno espositori, in un’altra zona. Lo gestirei anche gratis. Però, stavolta, il terreno dovrà essere messo bene”.

L'articolo Cagliari, addio “mercatino dei poveri” in piazza Trento: “Centinaia di bisognosi in difficoltà” proviene da Casteddu On line.


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.

Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.
Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT