Quartu, “treccine africane non pagate dopo 9 ore di lavoro: così ho perso 95 euro”

Treccine fatte e non pagate. E un lungo post su Facebook, con tanto di racconto e, addirittura, foto del profilo Facebook della presunta “furbetta”. Il racconto, condiviso da centinaia di persone, è diventato subito virale. E lei, T.D., 22enne disoccupata di Quartu, dietro la richiesta dell’anonimato “perché si tratta di un lavoro in nero, purtroppo quello vero l’ho perso due mesi fa, ero una tirocinante commessa”, conferma la sua versione dei fatti scritta sul social: “Sono stata contattata su Facebook martedì dalla figlia della donna, chiedendomi se potevo andare a casa loro per farle le treccine. Sono andata e, alla fine, le ho fatte alla mamma. Sono rimasta in piedi per circa nove ore, è il tempo necessario per fare tutto il lavoro al meglio. Ho sempre indossato guanti e mascherine”, precisa la giovane. “Al momento del pagamento, la donna mi ha detto di non avere soldi e che avrebbe saldato tutto l’indomani, quando sarei dovuta tornare per fare le treccine a una sua amica”. T.D. si fida e se ne va: “Qualche ora dopo l’ho ricontattata, sempre attraverso il Facebook della figlia, dicendole di aver già comprato le extension e chiedendole se fosse possibile fare il nuovo lavoro a casa mia. Lei non mi ha risposto, anzi, mi ha bloccata. Ho iniziato a capire di essere stata fregata”.

Nei giorni successivi, altri scambi di messaggi: “Sono riuscita a mettermi in contatto con la donna, siamo rimaste d’accordo per un versamento sulla mia carta Postepay ma non è mai arrivato nulla. Mi ha poi dato appuntamento davanti a un market ma non è mai arrivata. Sono riuscita a rintracciare un’altra persona che mi ha raccontato di aver vissuto una situazione simile alla mia, sempre con la stessa persona, ma di non esserci cascata. Ho continuato a cercare di farmi pagare, ma lei mi ha detto che si trovava in ospedale perché un parente stava male e, alla fine, dopo che ha saputo che avevo chiesto informazioni in giro su lei, mi ha detto in modo chiaro che non mi avrebbe mai pagata”. È sconsolata, T.D.: “Non posso denunciare perché rischierei di passare dei guai anch’io, visto che si tratta di un lavoro in nero. Certo, sono comunque amareggiata, molto, per quanto accaduto”.

L'articolo Quartu, “treccine africane non pagate dopo 9 ore di lavoro: così ho perso 95 euro” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le Ultime Notizie




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT
sconti amazon