Sarda News - Notizie in Sardegna


L’odissea di due giovani sardi: “Intrappolati a Kuala Lumpur per colpa del Coronavirus”

Hanno lavorato per un anno in Australia, poi il visto è scaduto e hanno deciso di concedersi “una vacanza in Malesia”. Antonio Asara e Laura Curreli, entrambi 29 anni, di Olbia, non avrebbero mai pensato che la capitale malese, Kuala Lumpur,sarebbe diventata la loro “casa” così a lungo. A causa dell’emergenza Coronavirus, infatti, i due si trovano bloccati. Le possibilità di partire per tornare, in effetti, ci sono, ma a prezzi tutt’altro che abbordabili: “Siamo arrivati qui il 17 marzo, tutti i paesi confinanti hanno chiuso le frontiere. Il 25 marzo ci è stato proposto di partire su un aereo diretto in Italia per recuperare i cittadini malesi presenti nella nostra nazione, ma avremmo dovuto pagare 1200 euro a testa. Non è pensabile”, spiega Asara. “Per un anno, io e la mia compagna ci siamo rotti la schiena in Australia, non vogliamo buttare tutti i soldi messi da parte. Qui abbiamo una casa e paghiamo un affitto mensile di quattrocento euro”. Nei giorni scorsi raccontano di essersi messi in contatto “con l’ambasciata italiana, ma i voli che ci sono stati elencati avevano costi fuori da ogni logica. Normalmente, infatti, si può viaggiare con una compagnia low cost dalla Malesia a Milano o a Roma spendendo non più di 250 euro a testa”.

I risparmi, inoltre, stanno per finire: “Possiamo ancora reggere, ma non sappiamo sino a quando”, afferma il 29enne, “abbiamo anche fatto i tamponi, pagandoceli di tasca nostra”. Risultato? “Entrambi negativi”. L’appello è sin troppo chiaro e scontato: “Vogliamo tornare a casa, chi ci può aiutare? La Regione, o ancora prima il Governo italiano, possono fare qualcosa per noi? Se sì, vorremmo saperlo: potete contattarci, solo via WhatsApp, al +393299158117”.

L'articolo L’odissea di due giovani sardi: “Intrappolati a Kuala Lumpur per colpa del Coronavirus” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.




Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.
Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.






Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT