Sarda News - Notizie in Sardegna


Enti territoriali e partite Iva: capitolo di bilancio dedicato e incarichi diretti

Enti territoriali e partite Iva: capitolo di bilancio dedicato e incarichi diretti
Le proposte del Collegio geometri e geometri laureati della provincia di Oristano per superare lo stato di emergenza

Immagine d’archivio

“Lo stato di emergenza cui vertono tutte le categorie professionali necessita di un intervento mirato da parte di tutti gli Enti territoriali, affinché gli sforzi a tutt’oggi in capo alle partite IVA si traducano in un’economia circolante a vantaggio di tutti”. È la richiesta avanzata dal presidente del Collegio geometri e geometri laureati della provincia di Oristano, Fulvio Deriu, in una una lettera indirizzata non solo ai sindaci dell’Oristanese e al presidente della Regione Sardegna, ma anche al presidente del Consiglio dei ministri, al Ministero dell’economia e delle finanze, ai presidenti di Cng e Cipag.

“Riscontrando l’ingeneroso quantum riconosciuto ai professionisti”, spiega Deriu, “sarebbe proficuo promuovere un’azione combinata che si sostanzi nel rilancio dell’economia generale”.

“La proposta promossa da questo Collegio verte ad identificare delle linee guida per la semplificazione dei conferimenti di incarichi professionali che, conseguentemente, inibirebbero certamente l’annosa questione dell’evasione fiscale”, conclude Deriu, “nonché favorirebbero una continua partita di giro tra le professioni tecniche e le imprese in quanto, mediante il versamento delle imposte previste sul reddito, continuerebbero ad autoalimentare pro quota il finanziamento concesso, generando conseguentemente un’economicità che si rifletterebbe su tutte le altre attività commerciali”.

Queste le proposte avanzate da Collegio geometri e geometri laureati della provincia di Oristano: il Governo e le Regioni erogano finanziamenti ai Comuni, da imputarsi in un capitolo di bilancio che non consenta altri usi se non affidare incarichi professionali ed esecuzione di interventi di pubblica utilità, disponendo, contestualmente, lo stanziamento di tutte le somme derivate dagli incarichi interni all’Ente territoriale, sul medesimo capitolo.

Le somme così stanziate dovranno essere spese entro e non oltre 6 mesi, cagionando, in caso di inerzia, la perdita del finanziamento stesso e la riassegnazione ai comuni virtuosi. L’affidamento degli incarichi professionali dovrà avvenire in forma congiunta e secondo un principio rotativo, individuando almeno tre figure professionali per ciascun incarico, di cui almeno una diplomata e ciascuno per le proprie competenze.

Per l’elenco dei professionisti si dovrà attingere all’albo professionale, comunicando agli Ordini di categoria l’avvenuto affidamento. Agli stessi Ordini viene affidata la funzione di garanti dell’effettiva rotazione degli incarichi. La scelta iniziale dei professionisti dovrà privilegiare quelli aventi unicamente una redditività derivante dalla professione, per poi procedere con quelli aventi altri proventi da lavoro dipendente.

Fulvio Deriu

Ancora, viene fatta salva la possibilità per ciascun comune di conferire incarichi utilizzando il fondo rotativo erogato dalla CIPAG, per il quale si richiede ai presidenti CNG e CIPAG, di poter far accedere i colleghi, quantomeno per il periodo di necessità, senza l’accreditamento con valorizzazione online. Ai professionisti che dovessero avere debiti contributivi è concesso l’affidamento, previo accordo transattivo con l’ente di previdenza, al fine di consentire una riduzione del debito contratto.

L’affidamento di prestazioni professionali fino alla soglia cumulata di 40.000 euro potrà avvenire su incarico diretto. Qualora la somma cumulata degli incarichi superi la soglia di cui sopra, dovrà procedersi con la richiesta di un numero non inferiore a cinque offerte cui applicare, quale unico procedimento selettivo della concorrenza sleale e della qualità della prestazione, il sistema del taglio delle ali.

“Quanto sopra esposto”, si legge nella nota firmata presidente del Collegio geometri e geometri laureati della Provincia di Oristano, Fulvio Deriu, “si ritiene rappresenti una manovra che convenga in un costante ed ininterrotto gettito fiscale in capo a Stato, Regioni e Comuni, consentendo il continuo rifinanziamento a favore dei Comuni fino a cessata motivazione e garantendo, in tal senso, una ripresa economica di tutti i settori connessi alle attività tecnico – urbanistiche, nonché il miglioramento dei centri urbani con maggiori servizi alla collettività”.

Mercoledì, 25 marzo 2020

L'articolo Enti territoriali e partite Iva: capitolo di bilancio dedicato e incarichi diretti sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.




Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.
Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.






Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT