Sarda News - L'Unione delle Ultime notizie dalla Sardegna


Guardate come si viaggiava su un’antica nave punica al largo del Sinis

Guardate come si viaggiava su una nave punica del VI secolo al largo del Sinis
Da sabato al Museo Civico di Cabras / Video

Al Museo civico di Cabras si potrà viaggiare su una nave punica del VI secolo a.C, grazie alla realtà virtuale e al progetto da sabato prossimo  16 novembre  fruibile dai visitatori del museo del paese lagunare, che inizia così il suo percorso di valorizzazione dei beni culturali attraverso la tecnologia.

“Questo lavoro”, commenta il sindaco di C abras Andrea Abis, “è solo il primo di tanti. Il progetto sarà oggetto di approfondimento nei prossimi mesi e anni, per ampliarlo anche al sito archeologico di Cabras o ai Giganti di Mont’e Prama”.

Il lavoro nasce dalla collaborazione tra la Cooperativa “Penisola del Sinis”, che gestisce il museo,  e tre aziende sarde: Sjm Tech, Inventinva di Giampaolo Bruno e Paola Porcu Consulting, che hanno curato tutti gli aspetti del Bando Culture LAB, dalla fase progettuale, allo sviluppo tecnologico, alla promozione. La ricostruzione della nave è stata possibile grazie alla consulenza scientifica di un team di archeologi specialisti del mondo punico e di archeologia navale, formato da Anna Chiara Fariselli, dell’Università di Bologna, e Stefano Medas ,dell’Istituto Italiano di Archeologia ed Etnologia Navale di Venezia.

Il progetto nasce dall’idea di coinvolgere ancora di più il visitatore, attraverso l’ausilio della tecnologia.

Al Museo saranno disponibili due grossi totem: uno dotato di uno schermo e un visore, che permette di vivere la nave a 360°, e un secondo dedicato al sito archeologico di Tharros,  con uno schermo touch che permette di vedere la ricostruzione 3D del sito e di interrogare 20 punti di interesse. Lo stesso prodotto verrà poi installato in un tablet, disponibile durante la visita archeologica del sito di Tharros, a San Giovanni.

“La ricostruzione della nave”, spiega Iomar Ferrino, che si è occupato della progettazione, “è stata minuziosa e si è basata su soli disegni e dati. Se stampata in 3D o affidata a un maestro d’ascia potrebbe anche navigare su mare. Dall’imbarcazione sarà possibile vedere la costa del Sinis, in particolare Capo Frasca, Tharros, il Montiferru e l’Isola di Mal di Ventre”.

“L’esplorazione della nave”, prosegue Ferrino, “è possibile grazie alla tecnica gamification. Grazie al contributo dell’archeologa Chiara Fariselli, siamo riusciti a riprodurre il carico composto di pesci sotto sale, ceramiche e anfore. Inoltre, abbiamo anche antropomorfizzato i personaggi, ricostruendone i tratti, per creare una ricostruzione a 360° il più verosimile”.

Giovedì, 14 novembre 2019

L'articolo Guardate come si viaggiava su un’antica nave punica al largo del Sinis sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.

Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.
Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le Ultime Notizie



Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT