Sarda News - L'Unione delle Ultime notizie dalla Sardegna


Infermieri in pronto soccorso: i medici minacciano denunce

Infermieri in pronto soccorso: i medici minacciano denunce
A Ghilarza si risollevano le polemiche con la riorganizzazione del servizio

Il Pronto soccorso dell’ospedale Delogu di Ghilarza

Potrebbe ricorrere alla Procura della Repubblica la Federazione Italiana Medici di Famiglia provinciale di Oristano per quelle che considera attività illegittime, promosse dalla direzione ospedaliera della Assl 5 di Oristano e “poste in essere in spregio al diritto alla salute dei cittadini e alla sicurezza degli operatori sanitari”.

In particolare ad essere nel mirino è l’ordine di servizio diramato dal direttore dei presidi ospedalieri della Assl 5, Sergio Pili, e che prevede lo svolgimento dell’attività del pronto soccorso dell’Ospedale di Ghilarza, senza personale medico dedicato nei giorni festivi e nelle ore notturne festive e feriali.

“Secondo quanto previsto dal documento”, si legge in una nota diffusa dalla sezione provinciale del Fimmg, “un infermiere dovrebbe smistare i pazienti che si recassero per urgenza al pronto soccorso al servizio di guardia medica, al reparto di medicina dello stesso ospedale, oppure al servizio di emergenza territoriale 118 in base alla priorità da lui stesso attribuita alle condizioni cliniche del paziente richiedente assistenza”.

Nella della Fimmg, firmata dal segretario provinciale, Alessandro Usai vengono sottolineate 3 criticità, in particolare: “La continuità assistenziale, in quanto servizio non dipendente, non è coordinata né coordinabile dal qualunque Direttore Sanitario ospedaliero”.

“Non esistono accordi che definiscano ruoli e responsabilità del medico di Continuità Assistenziale nei Pronto Soccorso in Sardegna”, si legga ancora nella nota. “Affidare la responsabilità dell’urgenza medica a personale non formato comporta gravi rischi nella gestione della salute dei cittadini”.

Contesta la nota di servizio anche l’Ordine dei medici di Oristano, con una nota diffusa dal presidente Antonio Sulis, che pubblichiamo di seguito.

In quest’ultimasi cita testualmente che l’attività di primo soccorso presso il presidio di Ghilarza deve essere espletata dal personale infermieristico dalle ore 20 alle ore 8 e nel periodo diurno dalle ore 8 alle ore 20 con la presenza anche del medico, per sua stessa definizione , nel pronto soccorso la presenza del medico e’ sempre contemplata e, al contrario, nella nota in questione osserviamo che nessun medico e’ presente dalle ore 20 alle ore 8 e, pertanto, la definizione dell’ordine di servizio si riferisce, appunto, ad una situazione di primo soccorso, ben diversa da quella di pronto soccorso. sarebbe opportuno informare la cittadinanza sulla differenza di operatività tra le due modalità, anche per non creare situazioni nelle quali la scelta di recarsi ad un pronto soccorso si possa rivelare, in base “all’orario”, non adeguata.

Antonio Sulis

Fatta tale premessa e prendendo atto che non esiste un pronto soccorso per la suddetta spiegazione, è inaccettabile che , anche in un presidio di primo soccorso sia contemplata solo la presenza di personale infermieristico senza la presenza di un medico in loco cosi’ come e’ inammissibile che il medico ti turno della medicina debba prestare la sua opera, in contemporanea, presso un altro servizio che sia esso di primo o pronto soccorso.

Sappiamo bene che attualmente esistono notevoli difficoltà nel reperire figure di medici specialisti per il settore, ma riteniamo che ciò non possa giustificare che le soluzioni debbano essere parziali e potenzialmente inadeguate alla reale risoluzione delle urgenze.

Il presidente dell’Ordine dei medici – Antonio Sulis

Sabato, 2 novembre 2019

L'articolo Infermieri in pronto soccorso: i medici minacciano denunce sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.

Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.
Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT