Sarda News - Notizie in Sardegna


A Santa Giusta un altorilievo in ceramica unico in Sardegna

A Santa Giusta un altorilievo in ceramica unico in Sardegna
Sarà pronto in primavera e abbellirà il paese. Iniziativa del Comune

Entro la prossima primavera, sarà ultimato l’altorilievo in ceramica, unico nel suo genere in Sardegna, voluto dal comune di Santa Giusta.

Lo ha fatto sapere il sindaco, Antonello Figus: “Siamo a buon punto con l’opera” ha dichiarato Figus. “Il pannello, un altorilievo in ceramica, lungo 12 metri e alto 2,5/3 metri, e in corso d’opera da più di tre anni, e sta per esser ultimato”.

Un lavoro di grande precisione a cura di tre ceramisti locali e insegnanti del Liceo artistico di Oristano: la progettista Adriana Baschieri, Pierpaolo Argiolas e Stefano Merli; gli stessi che hanno realizzato in precedenza altri due bassorilievi già esposti per le vie del paese.

“Il progetto rientra all’interno delle opere artistiche previste nel mio precedente mandato”, afferma il sindaco di Santa Giusta Antonello Figus. “Ognuna con un proprio tema: i fenicotteri per esaltare l’aspetto naturalistico del paese; il popolo del mare per ricordare come, in passato, Santa Giusta è stata un importante luogo di scambio marittimo tra le popolazioni antiche del Mediterraneo”.

“Il nuovo pannello, sempre in ceramica, andrà ad esaltare quella che è tuttora la principale attrattiva turistica del comune: la basilica di Santa Giusta, una tra le maggiori  chiese romaniche della Sardegna”.

Antonello Figus

Il luogo esatto in cui verrà collocato l’altorilievo in ceramica è ancora da stabilirsi, viste le grandi dimensioni e la volontà di render ben visibile, con la giusta luce, la tridimensionalità delle figure rappresentate all’interno.

L’elemento caratterizzante dell’opera è il tema scelto che, pur ricollegandosi all’edificio religioso, ne vuole esaltare uno dei momenti più significativi. Racconterà infatti del Sinodo avvenuto nel 1126 a Santa Giusta, tra i vescovi sardi e un legato Pontificio; un evento di grande importanza per la nascita dei primi codici della Chiesa sarda.

“Una sorta di Carta de Logu della chiesa, si potrebbe definire”, aggiunge il sindaco. “L’obiettivo finale dell’opera non è solo quello di dare valore all’identità storica del paese, attraverso la ceramica, ma anche spiegare e raccontare un evento storico così importante come il Sinodo, a molti sconosciuto”.

In occasione dell’inaugurazione dell’altorilievo, verrà presentato un volume che farà da accompagnamento all’opera. Un lavoro a più mani, scritto da diversi professori esperti nella traduzione del latino antico, storici locali e docenti universitari. Tra questi, Momo Zucca, professore ordinario di Storia e Archeologia dell’Università di Sassari, che farà un’inquadratura storica ed esplicazione del Sinodo.

A Santa Giusta, l’amministrazione comunale è intenzionata a realizzare ulteriori opere in ceramica, che andranno ad aggiungersi a quelle precedenti, dando l’immagine di un paese che fa dell’arte una propria peculiarità turistica e identitaria, permettendo ai vari stili artistici contemporanei, moderni e tradizionali, di convivere tra loro.

Dettaglio del nuovo altorilievo in ceramica di Santa Giusto – Foto di Antonello Figus

Lunedì, 9 settembre 2019

L'articolo A Santa Giusta un altorilievo in ceramica unico in Sardegna sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.










Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT