Il basket italiano è pronto a tornare ai fasti di un tempo?

Sono ormai un lontano ricordo i giorni in cui il campionato italiano era considerato uno dei migliori a livello mondiale. La crisi economica che ha afflitto il nostro paese negli ultimi anni ha inevitabilmente influito negativamente anche sulla salute del nostro movimento cestistico. Nonostante il presidente della Federazione Gianni Petrucci continui a sostenere che il basket italiano gode di buona salute, la situazione sembra essere ben più complessa. Le recenti notizie che giungono da Avellino e che vedono la società campana esclusa dalla Serie A, e probabilmente anche dalla Serie B, ci raccontano di un movimento in cui spesso i costi di gestione sono superiori alle entrare ed in cui tenere i conti in ordine diventa sempre più difficile.

La situazione in casa Dinamo Sassari

Ci sono, tuttavia, delle società che con programmazione, idee e tanto lavoro riescono a fare bene ed una di queste è sicuramente la Dinamo Sassari. Da anni la società sarda si attesta come una delle più solide dal punto di vista economico dell’intera Serie A e sta riuscendo a mettere in fila una serie di risultati decisamente interessanti. Nell’ultima stagione, dopo l’arrivo di Gianmarco Pozzecco sulla panchina, il club sassarese ha impressionato per solidità, forza e voglia di vincere. È così giunta una tanto inaspettata quanto meritata vittoria nella FIBA Europe Cup, seguita subito dopo da una memorabile finale scudetto, persa contro Venezia. All’esito di sette gare estremamente equilibrate, in cui Sassari aveva dato in più di un’occasione l’impressione di poter avere la meglio degli avversari, il team sardo ha dovuto piegarsi alla forza dei lagunari, aiutati nelle partite casalinghe anche dalla condizioni climatiche proibitive all’interno del Pala Taliercio. La passata stagione, ad ogni modo, lascia in eredità a Sassari la convinzione che coach Pozzecco ha a sua disposizione un gruppo fantastico che, in futuro, non può fare altro che migliorare. Sebbene le dirette concorrenti alla vittoria del campionato stiano investendo massicciamente sul mercato e stiano migliorando ulteriormente i propri roster, al 16 di luglio, secondo le scommesse basket Betway, a quota 4,00, Sassari resta una delle favorite assolute per la vittoria del prossimo scudetto. Bologna, Milano e Venezia sono pronte a dare battaglia, ma pare che i sardi abbiano a propria disposizione tutti i mezzi per dire la loro fino alla fine.

L’Olimpia Milano e la voglia di tornare grande

Se è vero che nel passato campionato di Serie A Sassari e Venezia sono state le sorprese in positivo, Milano lo è stata sicuramente in negativo. La società italiana più vincente degli ultimi anni, approcciava la passata stagione con la consapevolezza di aver a propria disposizione la rosa più forte di tutte. Dopo l’arrivo di Pianigiani in panchina, l’Olimpia si era presentata in Eurolega con rinnovate ambizioni salvo poi, dopo un inizio incoraggiante, dover accettare che il divario con i top club europei è ancora troppo ampio. In campionato, invece, il discorso era completamente diverso. La superiorità rispetto alle rivali, almeno sulla carta, era nettissima ma ciò non è bastato all’Olimpia per riconfermarsi campione d’Italia. Nelle semifinali playoff scudetto disputate proprio contro Sassari, la squadra allenata da coach Pianigiani si è dimostrata incapace di reagire alle difficoltà causate dall’intensità e dalla voglia di vincere dei sardi e, alla fine, è uscita sconfitta dalla sfida con un tanto inaspettato quanto meritato risultato finale di 3-0. Una delusione cocente che ha assunto sin da subito i contorni di un totale fallimento e che ha portato la società a chiudere l’esperienza con Pianigiani e ad affidarsi a coach Ettore Messina, reduce da una fantastica avventura ai San Antonio Spurs di Popovich. Messina, che torna in Italia dopo aver maturato una grandissima esperienza sia in Europa che negli Stati Uniti, ricoprirà l’insolita carica di allenatore-presidente ed i tifosi dell’Olimpia sperano che il suo arrivo, in uno con quelli di Aaron White e di Sergio Rodríguez, possa rappresentare solo l’inizio di un nuovo ciclo vincente.

I segnali che arrivano da Bologna

Dopo anni difficili, in cui entrambe le società bolognesi si erano viste costrette a ripartire dalle categorie inferiori, a Bologna il vento sembra essere finalmente cambiato. Virtus e Fortitudo, entrambe reduci da una stagione tutto sommato positiva, scaldano i motori e si preparano a dar nuovamente vita ad una delle rivalità più sentite e spettacolari di tutto lo sport italiano. In questo momento, la squadra che pare più avanti nel processo di crescita, è sicuramente la Virtus. L’arrivo di coach Djordjevic nella seconda parte della passata stagione, aveva portato nuovo entusiasmo a tutto l’ambiente ed i risultati non sono tardati ad arrivare. Il trionfo nella Basketball Champions League Cup ha rappresentato solo il primo step di nuovo ed ambizioso progetto che mira alla conquista dell’Eurolega, obiettivo decisamente più raggiungibile dopo l’arrivo di Miloš Teodosić. Il play serbo, capace di fare la differenza sia in Eurolega con la maglia dell'Olympiakos e del CSKA di Mosca che in NBA con quella dei Los Angeles Clippers, come raccontato anche da La Gazzetta dello Sport, è sbarcato a Bologna nelle scorse ore e firmerà un triennale da 4,5 milioni di euro a stagione. Un acquisto importante per tutto il basket italiano che, finalmente, torna ad attirare i migliori cestisti a livello mondiale e che da nuovo vigore alle ambizioni della Virtus anche in ottica scudetto.

Dopo anni estremamente difficili, in cui il nostro movimento cestistico non è riuscito ad attestarsi ai livelli dei top team europei, il vento sembra essere finalmente cambiato. Da realtà come Sassari, Milano, Venezia e Bologna arrivano segnali incoraggianti e non possiamo fare altro che augurarci che il prima possibile il nostro campionato possa tornare ad essere il migliore d’Europa.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le Ultime Notizie




Radio Fusion

Pizzeria da Birillo

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT
sconti amazon