Sarda News - Notizie in Sardegna


Picchiata a Sassari: "La cosa che mi ha fatto più male? Le risate degli amici"

Via TavolaraVia Tavolara

SASSARI. La storia d'amore peggio non poteva finire. Ventidue anni a testa. Lei uno scricciolo, ma tutt'altro che indifeso. Lui un fascio di nervi, alto, lottatore di mma. La differenza di chili suggerirebbe prudenza, e invece la ragazza non arretra di mezzo millimetro. Guarda dal basso all'alto l'amico, dritto negli occhi, e lo sfida. Lui l'avverte. «Mollami, allontanati». E poi: «Conto fino a tre. Poi ti butto nel cassonetto». E lei: «Dai, fallo, cosa aspetti: uno due tre quattro e cinque». Il ragazzo la prende di peso e la carica sulle spalle. Ci va di mezzo il piccolo pincher che resta impiccato al guinzaglio, zampettando a mezz'aria. Poi lei molla il guinzaglio e il cagnetto li segue abbaiando. L'uomo si ferma davanti a un cestino dell'immondizia, in via Tavolara davanti al gazebo Atp, poggia per terra la ragazza, e poi la riscaraventa per terra con una mossa di wrestling, con un perfetto takedown. La violenza dell'impatto sembra da vertebra rotta, invece lei sembra fatta di gomma: si rialza come un furetto e lo schiaffeggia. sequenza video

Parla il ragazzo che in via Tavolara è stato filmato mentre scaraventava a terra l'ex ragazza

Il pincher, che ci tiene alla propria pelle, annusa i guai, scappa come un razzo attraversando Corso Regina verso via Torre Tonda. Una vettura gli fa il pelo, ma per fortuna se la cava. Tutto filmato in un video, che nell'arco di un paio d'ore diventa virale.

«Io quel video l'ho visto - racconta la ragazza -. Ed è quello che mi ha fatto paura. Non le botte, non tanto la reazione del mio ex ragazzo. Sono le persone a farmi paura e anche schifo. Nel video si sente la gente che ride. Che dice: ah ce la sta buttando nel cassonetto. E l'autista dell'autobus, che ha ripreso tutto, poteva anche mollare il telefono e aiutarmi. Perché quella ragazza sbattuta per terra poteva essere sua figlia. Io peso 35 chili, lui 76. Poteva fare di me ciò che voleva, anche ammazzarmi».

«Ora ho tanta rabbia. La cosa che mi ha fatto più male, anche più dei lividi, sono le risate dei miei amici, di quelli che avrebbero dovuto proteggermi e prendere le difese di una donna picchiata. La gente invece sghignazza di fronte a una scena così violenta. Ride. Ma quanto fa schifo la gente? Che valori ha? Che fine ha fatto l'umanità? E in che mondo di merda stiamo vivendo?». Prende un bel respiro: «Una sola persona è intervenuta a separarci, l'unica che ha dimostrato sensibilità. E non smetterò mai di ringraziarla».

«Io in quel momento non capivo niente. L'unica cosa alla quale pensavo, non erano le botte, era il mio cane. Ero disperata perché non lo vedevo e avevo paura che gli fosse capitato qualcosa».

Poi però, a freddo, ha riflettuto meglio. Ha ricevuto la chiamata della questura, si è presentata davanti agli agenti della mobile, loro l'hanno accompagnata al pronto soccorso e si è fatta refertare. Cinque giorni di prognosi. Così viene formalizzata una denuncia per lesioni. «È l'ultima cosa che avrei voluto fare. Perché io ci tenevo davvero a questa storia. E so dei suoi trascorsi difficili. Non mi sarei mai aspettata un epilogo simile, non potevo immaginare che arrivasse a farmi tanto. Mi insultava pesantemente, mi ha minacciata, ma non aveva mai alzato le mani. Forse per questo gli ho tenuto testa. Ma anche perché non volevo essere più umiliata. Pretendevo rispetto».

Fonte: La Nuova Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.




Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.
Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.






Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT