Sarda News - Notizie in Sardegna


La ricetta di Nughedu contro lo spopolamento

Sei in:

Nel paese l’amministrazione investe sulle opere pubbliche e sulla formazione Aprirà una casa per anziani nell’ex scuola: prospettive di lavoro per i cittadini

NUGHEDU SAN NICOLO’. Opere pubbliche, cantieri verdi ma anche investimenti nella formazione e nella cultura sono le ricette messe in campo dall’amministrazione comunale di Nughedu per creare nuova coesione sociale e contrastare lo spopolamento. Ne sono lo specchio i tanti progetti portati a termine o avviati lo scorso anno, il cui pezzo forte sono i lavori di ristrutturazione dell’ex edificio scolastico dove tra pochi mesi aprirà i battenti una casa per anziani e disabili che accoglierà quaranta ospiti e occuperà venticinque unità lavorative tra operatori socio-sanitari, infermieri e generici.

Con l’ultima tranche di finanziamento, 300mila euro, si termineranno i lavori del terzo lotto - ultimo piano e impiantistica - e si acquisteranno gli arredi, mentre si stanno già raccogliendo le adesioni per un corso di formazione per Oss con la prospettiva di un impiego in loco. «Volàno per il paese e per il territorio»: così il sindaco Michele Carboni definisce la nascente casa di accoglienza, che oltretutto porterà al Comune un canone di locazione «che intendiamo investire ancora nella formazione sia nel tradizionale campo della forestazione sia sul versante dell’impresa, in particolare artigiana, per recuperare quel substrato imprenditoriale che si sta perdendo a causa della sfiducia e della crisi e per tentare di porre un altro argine allo spopolamento».

La casa di riposo, con il municipio, sarà anche oggetto di un altro intervento da 450mila euro: lavori di efficientamento per raggiungere l’autonomia energetica, producendo risparmio. Questi progetti in divenire si aggiungono a quelli già conclusi: la messa in sicurezza del bacino idrografico di Monte Nurra, 300mila euro; il cantiere forestale che con 50mila euro ha impiegato 8 unità per cinque mesi sino a dicembre e che, con un uguale fondo, ne impiegherà altri sette nei prossimi mesi. Ci sono poi i progetti in fase di avvio, come la valorizzazione del sito archeologico di Cuccuru Mudeju, 100mila euro; la valorizzazione dell’ingresso ai costoni rocciosi di S’alzola uddule, appaltata per 140mila euro; la messa in sicurezza di strade extraurbane, 40mila euro di fondi comunali; la messa in sicurezza del campanile della chiesa di santa Bellina, 99mila euro; la videosorveglianza - già attiva - e il progetto di una rete wifi pubblica, il tutto per 70mila euro; infine il bando Lavoras, che occuperà

due laureati che collaboreranno con la macchina amministrativa e per progetti culturali. E si è pensato anche alla valorizzazione del paese, in particolare con la posa della bellissima scultura in trachite realizzata dall’artista Cianitu Sanna e posta all’ingresso del centro abitato.

Fonte: La Nuova Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.




Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.
Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.






Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT