Sarda News - Notizie in Sardegna


Asinara, dopo tre anni Parco senza presidente

Sei in:

Gli ultimi 2 ministri dell’Ambiente e Pigliaru non sono riusciti a varare la nomina I sindaci di Porto Torres e Stintino: «Figura fondamentale, non si può attendere»

PORTO TORRES. Sono trascorsi tre anni dall’ultima presidenza dell’Ente Parco dell’Asinara e le due istituzioni che dovevano provvedere alla nuova nomina non hanno mai deciso in tal senso. Gli ultimi due ministri dell’Ambiente e il governatore della Regione non hanno infatti mai adempiuto a quella che era una loro competenza, penalizzando ulteriormente un territorio già sofferente per alcuni forti ritardi che riguardano il suo sviluppo economico. Sulla nomina, nel 2016, si erano mosse anche le associazioni ambientaliste chiedendo agli enti governativi e regionali una persona di comprovata esperienza amministrativa che conoscesse bene il territorio. Il Presidente della Lipu BirdLife Italia, Fulvio Mamone Capria, scrisse una lettera al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e, per conoscenza, all’assessore regionale alla difesa dell’Ambiente Donatella Spano e ai presidenti e vice presidenti delle commissioni Ambiente di Camera e Senato. Nell’aprile 2017 anche i quaranta operatori del Parco (Assoasinara) chiesero la nomina della presidenza del consiglio direttivo dell’Ente Parco in modo da potersi confrontare con un quadro certo e definitivo. Qualche mese più tardi, invece, l’amministrazione comunale scelse in senso provocatorio i tre nomi che avevano partecipato alla manifestazione di interesse per l'individuazione delle candidature alla nomina del presidente del Parco bandita dallo stesso Comune. E inviarono la terna di nomi al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e al presidente della Regione Francesco Pigliaru. Da allora ad oggi nessuna nomina, quindi, solo sussurri politici e rumors che puntualmente finiscono in un nulla di fatto. «Il problema della nomina si ripropone periodicamente – dice il vicepresidente dell’Ente Parco Antonio Diana – e la mia posizione è chiara: un parco ha bisogno di un presidente con un mandato temporale e di un consiglio direttivo. Il grande lavoro che si sta facendo è quello di diffondere la cultura dell’ambiente, del mare e della terra – prosegue -, con azioni di comunicazione mirate ai giovani e meno giovani, e il nuovo presidente, quando sarà nominato, potrà contare su tutto questo. Mi auguro che nella nomina si tenga conto di capacità, visione e lungimiranza». Per il sindaco Wheeler il Parco merita una governance completa e quindi anche un presidente.

«Auspico che chi ricoprirà questa carica sia un professionista capace, con una spiccata sensibilità per l’ambiente e che dedichi tutte le sue risorse professionali all’Asinara. «Ho già sollecitato molte volte il presidente Pigliaru e il vecchio ministro all’Ambiente – aggiunge - confido che possa riuscire nell’impresa, magari in accordo con il futuro governatore della Sardegna, il ministro Costa che so essere molto sensibile su questi temi».

Fonte: La Nuova Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.




Sardanews.it è un portale web privato, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, non si paga l'accesso al sito grazie al fatto che è autofinanziato e sostenuto dalla semplice pubblicità che compare tra gli annunci.
Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser.






Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

Booking.com