Sarda News - Notizie in Sardegna


La luce del Silenzio: 35 anni di meditazione

La luce del Silenzio: 35 anni di meditazione

L’arte della meditazione tra religione, filosofia e scienza ne “La luce del Silenzio” – in programma sabato 15 settembre a Cagliari tra l’Orto Botanico e l’Auditorium Comunale di piazza Dettori – con una parentesi spirituale nella chiesa di San Michele (che ospiterà a mezzogiorno la celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Arrigo Miglio e impreziosita dagli interventi musicali del Coro Collegium Karalitanum diretto da Carmine Dell’Orfano).

Una giornata speciale per festeggiare i 35 anni di attività della Scuola di Meditazione, fondata a Cagliari nel 1983 da Padre Francesco Piras S.J., per approfondire i diversi aspetti e tecniche di una pratica antichissima che consente di esercitare la concentrazione e migliorare il controllo della mente per acquistare maggiore consapevolezza e conoscenza di sé stessi e presenza nella realtà.

La manifestazione comprende numerose iniziative – momenti di meditazione e un percorso attraverso i cinque sensi, un’analisi degli effetti dell’evoluzione tecnologica sui comportamenti e sulla psiche umana specialmente tra le nuove generazioni e una tavola rotonda con interventi di esperti e studiosi, ma anche narrazioni e testimonianze degli allievi della Scuola che condivideranno i propri ricordi accanto alla proiezione di immagini e filmati.

Inizio en plein air all’Orto Botanico sabato 15 settembre dalle 9 alle 11 con “Ascolta ciò che senti, Osserva ciò che vedi”: esperienze di pratica meditativa alla riscoperta della capacità sensoriali sotto la guida di Padre Davide Magni (direttore della Scuola) e del dottor Daniele Biasini. A seguire “Il respiro e la voce” con il suono delle launeddas e il canto, per chiudere in bellezza l’itinerario tra le essenze esotiche e rare custodite nello splendido museo vivente di storia naturale nel cuore della città. (Ingresso 2 euro, numero limitato, prenotazione obbligatoria presso il sito www.scuoladimeditazione.it )

Si entra poi nella dimensione del sacro: nella chiesa barocca di San Michele, nel quartiere di Stampace, si svolgerà la celebrazione della Santa Messa presieduta dall’arcivescovo di Cagliari con l’animazione musicale a cura del Collegium Karalitanum diretto da Carmine Dell’Orfano.

S’intitola “La Radice e i Fiori” l’incontro nel primo pomeriggio di sabato 15 settembre (dalle 15) all’Auditorium Comunale di Cagliari, per ripercorrere la storia della Scuola di Meditazione dalle origini al tempo presente tra parole, suoni e visioni, con alcune delle attività e dei progetti più significativi per la vita culturale del capoluogo dell’Isola, come il Cineclub Namaste, la compagnia Teatro i, le associazioni Cagliari in cortometraggio, Solidando, Camminantes, L’uomo che pianta gli alberi.

Dopo una pausa si riparte dalla decima musa – sabato 15 settembre alle 18 – sempre all’Auditorium Comunale con “Tenendo per mano l’ombra” del regista e videoartista Francesco Casu, poi spazio a “Giovani inquieti sempre connessi”, tema e titolo dell’intervento dell’antropologo e scrittore Bachisio Bandinu – autore di “Lettera a un giovane sardo sempre connesso”, interessante saggio sull’uso (e l’abuso) dei social media nel terzo millennio, quasi ideale prosecuzione, o aggiornamento, del precedente libro sull’imperversare dei mass media, ora sostituiti da una realtà “aumentata” e da un mondo virtuale.

Infine concluderà la serata – punteggiata dagli inserti musicali a cura di Maurizio Serra – “L’indispensabile Quiete” con la tavola rotonda e le conversazioni sulla meditazione e sui suoi effetti positivi sul corpo e sulla mente – anche da un punto di vista squisitamente scientifico – che vedrà protagonisti professionisti e importanti religiosi cultori della meditazione come Padre Davide Magni, Geshe Gedun Tharchin, il Maestro Vaidya Swami Jothimayanando, il professor Enrico Dellacà e il dottor Nicola Carboni.

Ingresso libero fino a esaurimento posti per tutti gli incontri (ad eccezione del seminario sulle pratiche di meditazione Ascolta ciò che senti, Osserva ciò che vedi – la mattina alle 9 all’Orto Botanico – riservato ad numero limitato di partecipanti, per cui è previsto un biglietto simbolico di 2 euro, con prenotazione obbligatoria presso il sitowww.scuoladimeditazione.it )

L'articolo La luce del Silenzio: 35 anni di meditazione proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.











Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie