sardanews

“Alla Sardegna arriveranno 3,5 milioni come prima tranche di risorse per i danni causati dai fenomeni meteo avversi”. Lo annuncia Donatella Spano, assessora delegata alla Protezione civile della Regione Sardegna, dopo la firma del capo del Dipartimento nazionale dell’ordinanza per gli interventi urgenti in 11 Regioni a seguito dello stato di emergenza dichiarato lo scorso 8 novembre dal Consiglio dei ministri.

“Dopo la delibera per la dichiarazione di stato di emergenza – prosegue la titolare dell’Ambiente – la nostra Protezione civile regionale ha portato velocemente a termine l’istruttoria della ricognizione completa arrivata dai territori e ora conosciamo la cifra stanziata per il primo ristoro dei danni, purtroppo importanti anche nella nostra isola. Auspico adesso che possano essere iscritte nella contabilità speciale pure le risorse che deriveranno dall’approvazione del bilancio regionale”.

Lo scorso 11 ottobre, l’assessora Spano aveva proposto in una seduta straordinaria della Giunta la dichiarazione di sussistenza dello stato d’emergenza nazionale per i territori isolani colpiti dai fenomeni meteo del 10 e dello stesso 11 ottobre. Quindi, il 31 ottobre, era stata inviata a Roma la documentazione tecnica contenente la ricognizione dettagliata, per ciascun Comune coinvolto, oltre che dei danni conseguenti alle due giornate, anche di quelli riferiti agli eventi del 2018 di analoga intensità e conseguenze (certificati dalla Giunta con delibera 43/32 del 29 agosto). Nelle relazioni sono state inoltre indicate le opere minime necessarie per la mitigazione del rischio. Per quanto riguarda i danni al patrimonio pubblico e ai privati causati dagli avvenimenti di ottobre, comprendendo interventi per la mitigazione del rischio, il documento tecnico attesta una prima stima di danni per circa 166 milioni di euro.

L'articolo Danni del maltempo, alla Sardegna 3,5 milioni di euro per gli interventi urgenti proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Una storia davvero incredibile ed una tragedia immane quella che giunge dal lontano Nepal. Qui una bambina di appena 4 anni è stata sbranata da un leopardo. Fonti locali affermano che la sfortunata bimba si trovava di fronte la propria abitazione nella città centrale nepalese di Bhanu quando è avvenuto l’attacco. Lì non ci sono protezioni né spazi recintati, nonostante la presenza di animali feroci nelle vicinanze. Il portavoce dell’autorità per il controllo della fauna selvatica, ha dichiarato che la piccola è stata  portata in un ospedale ma è stata dichiarata morta. I famigliari hanno anche sentito le sue urla di terrore ma non hanno potuto fare niente per aiutarla. Il leopardo sarà eliminato in quanto potrebbe assumere l’abitudine di attaccare l’uomo. Ed in particolare i bambini. Non è la prima volta che un animale feroce attacca un umano. Ci sono almeno altri tre precedenti di questo tipo negli ultimi due anni. La deforestazione selvaggia negli anni in Nepal ha modificato l’equilibrio biologico dei predatori  e non solo e ne ha alterato il comportamento, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” . I leopardi, attaccano spesso l’uomo, specialmente quegli che vivono ai margini della foresta o dei Parchi Nazionali. Difficilmente i morsi sono letali, ma le aggressioni possono essere molto pericolose come nel caso non isolato di questa tragedia.

L'articolo Tragedia in Nepal: leopardo sbrana e uccide una bimba di 4 anni proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Assemini, la sindaca M5S: “No alla politica del fango” Garau: “Pagina triste della politica”. Ad Assemini tensione alle stelle in consiglio comunale: la sindaca grillina sbotta e oggi minaccia querele alla stampa locale. Il tutto nato sulla presunta incompatibilità del consigliere del Psd’Az Luigi Garau, che però ribatte colpo su colpo.

La sindaca Sabrina Licheri oggi su Fb ha attaccato alcuni articoli: “Leggiamo con stupore le gravi illazioni del consigliere Garau sulla stampa di oggi e constatiamo che per l’ennesima volta basa la sua azione politica insinuando fatti non chiari e atteggiamenti non trasparenti rivolti alla sottoscritta, ai componenti della giunta e rispettivi familiari. Come suo solito il Consigliere Garau lo fa senza mai spingersi oltre illazioni, supposizioni, circostanze non dimostrate o dimostrabili, evitando accuratamente prove, fatti, documenti e contenuti concreti. Tutto ciò con l’unico obiettivo di insinuare il dubbio diffamatorio.
Come Amministrazione vogliamo stare lontani anni luce da questo agire “politico” basato esclusivamente su schizzi di fango e denigrazione gratuita.
Noi continuiamo ad amministrare e ad agire per cercare di risolvere i problemi della città e migliorare le condizioni di vita dei nostri cittadini. Lo faremo attraverso il contributo di tutti, compresi i consiglieri di minoranza che dimostrano di interpretare correttamente il proprio ruolo, anche aspramente ma nell’interesse dei cittadini asseminesi. Non lo faremo con chi si ostina a confondere il bene comune con il male altrui.
Constatiamo inoltre la ripetuta leggerezza in recenti articoli di stampa locale nel dare ampio spazio a dichiarazioni non verificate, condendoli con titoli diffamatori, gravi e lesivi della dignità delle persone coinvolte. In particolare in un articolo odierno si descrive “una tensione” consiliare basata su una interrogazione MAI presentata in Consiglio Comunale. L’unica tensione creatasi ieri in Aula Consiliare è quella dovuta all’avvio del procedimento di contestazione secondo l’art. 69 del TUEL, per l’incompatibilità del Consigliere Luigi Garau, presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza, alla carica di Consigliere Comunale.
Non abbiamo più intenzione di tollerare illazioni e offese alla nostra reputazione politica e personale e ci riserviamo di agire per le vie legali contro ogni prossima torbida azione, così come questo approccio leggero alla fondamentale funzione di informazione giornalistica, sarà per noi oggetto di riflessioni e valutazioni sul nostro rapporto con alcuni giornalisti e sulle modalità di rilascio delle nostre dichiarazioni”.

Il consigliere sardista Gigi Garau

Fonte: Casteddu on Line

In occasione del mese contro la violenza sulle donne il Maestro Pandolfi che da anni è in campo attivamente con oltre 500 spettacoli in tutto il territorio italiano ,dopo lo strepitoso successo della scorsa settimana nell’altro centro commerciale dell’Auchan anche questo fine settimana dalle ore 17:00 presso le Gallerie Auchan di Marconi darà vita a due Giornate dedicate alla difesa Personale contro ogni forma di Violenza. Dalle ore 17:00 alle 18:00 ci sarà un esibizione di arti marziali con bastoni,sciabole, acrobazie, forme,difesa personale ,poi dalle ore 18:00 alle 18 30 una presentazione del suo Libro”Uscire dalla Violenza si può”dedicato a Valentina Pitzalis e a tutte le donne che hanno subito violenza. La presentazione dell’opera è stata scritta da un Comandante dell’Arma dei Carabinieri del Nucleo Provinciale di Cagliari ed è arrivato alla terza edizione e a brevissimo uscirà in lingua inglese.

Nelle prossime settimane verrà anche fatta una lettera al Ministro della Pubblica Istruzione per chiedere di adottare il testo negli Istituti Scolastici. L’opera unica nel suo genere contiene poesie, storie agghiaccianti di donne, che hanno subito violenza, una parte psicologica scritta da una psicologa e psicoterapeuta, una parte legale fatta da un avvocato penalista del foro di Cagliari e una parte tecnica di autodifesa illustrata con delle fotografie. Mentre dopo la presentazione fino alla chiusura della manifestazione il Maestro animerà con i bambini e poi le donne tutta una serie di cose per insegnare come ci si difende con il Sistema M.A.V. Metodo Anti Violenza, un modo per spiegare che le donne possono imparare con facilità e semplicità ed essere più sicure nelle città e a lavoro o in casa. il Maestro Pandolfi famoso per il Trailer : Soft Control che sul web ha spopolato come del il personaggio del Maestro Pandolfi divenuto famosissimo con oltre 40 milioni di visualizzazioni sul web, striscia la notizia Canale 5 e Rai 2 con Rai dire Nius con la Gialapp’as e Mia Ceran e la creazione del personaggio da parte dei Comici dei La Pola.

L'articolo Cagliari, la difesa personale delle donne: contro la violenza sciabole e acrobazie con Pandolfi all’Auchan proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Nasconde al fisco guadagni per oltre 100mila euro, nei guai imprenditore a  Carbonia. Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle della Tenenza di Iglesias hanno concluso una verifica nei confronti di un’impresa del settore della riparazione di automobili.

L’azione dei Finanzieri, è stata orientata alla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie ai fini dell’Iva e delle imposte dirette. Il target selezionato è stato individuato a seguito di un’opera di intelligence che ha coniugato le risultanze dell’attività di controllo economico del territorio e l’analisi delle numerose informazioni contenute nelle banche dati del corpo.

Il controllo operato dai Finanzieri si è basato, da un lato sull’analisi dei registri contabili reperiti all’atto dell’accesso presso la società e, dall’altro, sulla disamina di altra documentazione comprovante attività d’impresa a fronte della quale non era stata prodotta idonea certificazione contabile.

Gli elementi raccolti hanno consentito di rilevare che l’impresa, per le 4 annualità sottoposte a verifica, ha omesso di istituire i registri obbligatori ai fini I.V.A. nonché non ha presentato al Fisco le dovute dichiarazioni tanto dei redditi quanto dell’imposta sul valore aggiunto.

L’imprenditore risultato evasore totale ha nascosto ricavi al fisco per  107.082 euro ed non versato l’iva per  21.183 euro. Non ha inoltre versato contributi previdenziali ed assistenziali per propri dipendenti per 432 euro. (f.m)

 

 

 

L'articolo Evade il fisco per 100mila euro: nei guai imprenditore a Carbonia proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

 © ANSA

Theatralia Jazz Festival, la rassegna musicale ispirata alla contaminazione fra artisti britannici e italiani, divenuta ormai una tradizione sulla scena jazzistica di Londra, si è confermata anche quest'anno un appuntamento immancabile per gli appassionati, facendo il pieno di pubblico nella consueta location del Jazz Club di Pizza Express, a Soho, che dal 2013 ne ospita i concerti. La kermesse - promossa da Filomena Campus, vocalist sarda trapiantata a Londra e anima della manifestazione - ha avuto per tema questa settimana la tradizione musicale della Sardegna. "Anni fa ho lasciato la mia isola per un'altra isola. La Gran Bretagna mi ha accolta e aiutata a realizzare i miei sogni", ha commentato la Campus.

"In un'epoca in cui s'innalzano i muri, ho voluto creare un ponte fra due paesi, fatto di note, sabbia, mirto e poesia", ha aggiunto. Alla presenza del sindaco di Alghero, Mario Bruno, patrocinatore di quest'edizione della rassegna, la Campus è salita sul palco con il suo quartetto di musicisti composto da Jackie Walduck, Steve Lodder, Rod Youngs e Davide Mantovani, interpretando il repertorio della band, incluso un nuovo brano ispirato alla poesia 'A Bolu Pasidu' di Raimondo Piras, uno dei massimi poeti sardi del secolo scorso. Applausi anche per il duo sardo formato dal chitarrista Marcello Pechin e dal bassista Salvatore Maltana, per la cantante Marta Capponi e per Cleveland Watkiss, vocalist inglese tra i massimi interpreti del jazz 'made in London'.
   

Fonte: Ansa

 © ANSA

(ANSA) - SASSARI, 16 NOV - Riapre la statale 200 dell'Anglona, chiusa dal 29 ottobre scorso a causa di una frana nei pressi di Castelsardo. Gli operai dell'Anas hanno infatti completato con successo le operazioni di rimozione dei massi e di messa in sicurezza della parete rocciosa che sovrasta la strada.
    Nel frattempo, la società annuncia che lunedì prossimo, 19 novembre, saranno realizzati gli interventi di ripavimentazione della statale 131 all'altezza di Ploaghe, Florinas e Codrongianos. I lavori impongono l'istituzione di limitazioni al traffico. Nello specifico, chiuderà sino al 19 dicembre la carreggiata in direzione Cagliari, tra il chilometro 192,450 e il chilometro 198,450. Rimarrà chiusa anche la rampa di ingresso alla statale in direzione Cagliari dallo svincolo per Florinas e Codrongianos. Il traffico sarà deviato lungo la viabilità alternativa, costituita dalle statali 597 del Logudoro e 729 Sassari-Olbia a partire dalla svincolo di Saccargia.
   

Fonte: Ansa

Ieri pomeriggio, a Cagliari, i carabinieri hanno sorpreso un uomo che si era introdotto all’interno di un’auto parcheggiata in via Pola, dopo  aver rotto il cristallo della portiera anteriore sinistra.

Riusciva ad impossessarsi di oggetti ed effetti personali di poco valore contenuti nel portaoggetti, ma i militari lo bloccavano e durante la perquisizione personale lo hanno trovato in possesso di tre coltelli a serramanico di oltre 20 centimetri ed un paio di forbici. L’uomo, un 53enne pregiudicato cagliaritano, è stato arrestato per furto aggravato e porto di oggetti ed armi atte ad offendere, quindi rinchiuso nelle camere di sicurezza del Comando provinciale in attesa del processo per direttissima. (red) 

(admaioramedia.it)

Fonte: Admaioramedia

Gli agenti della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Nuoro sono intervenuti nel tratto Ottana–Nuoro, a seguito di numerose segnalazioni di automobilisti, terrorizzati da un‘autovettura che la percorreva contromano

Contromano sulla 131: la Polizia evita il peggio

image

NUORO - Scampato pericolo sulla Strada statale131Dcn grazie al tempestivo intervento della Polizia di Stato. Nei giorni scorsi, a tarda serata, gli agenti della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Nuoro sono intervenuti nel tratto Ottana–Nuoro, a seguito di numerose segnalazioni di automobilisti, terrorizzati da un‘autovettura che la percorreva contromano.

Allertate le pattuglie presenti sul territorio, l’automobile è stata intercettata e bloccata dagli agenti vicino al bivio per Macomer e successivamente indirizzata nel vicino distributore di benzina per procedere ai controlli in sicurezza. Alla guida del mezzo c’era una 30enne romena, in stato confusionale, risultata negativa ai controlli con l’etilometro.

La presenza dei poliziotti ha evitato che la situazione degenerasse quando alcuni degli automobilisti precedentemente spaventati dalla corsa contromano dell’autovettura hanno cercato di manifestare il loro disappunto contro la donna. Poi, si è provveduto al ritiro della patente dell’automobilista.

Fonte: Alguer

Realista, sconfortato e spazientito al punto giusto. Enrico Daga, consigliere comunale ad Alghero, riporta il grave stop subito dalla Sassari-Alghero alla dura realtà che tante opere pubbliche attualmente vivono

image

ALGHERO - «Non si parli di Piano Paesaggistico Regionale, che su queste questioni buttarla in campagna elettorale ci qualifica ulteriormente». Enrico Daga, consigliere comunale ad Alghero, interviene in merito al grave stop impresso da due Ministri alla realizzazione degli ultimi due lotti della Sassari-Alghero e riporta tutti alla dura realtà che attualmente tante opere pubbliche vivono.

E sgombra il campo da alcune posizione ritenute, evidentemente, oltremodo strumentali e propagandistiche, nonostante i documenti ufficiali sul tavolo della Vas, parlino chiaro [GUARDA I DOCUMENTI[1]]. «Al governo ci sono quelli della decrescita felice, quelli del no a tutto. Di cosa vi meravigliate se bloccano la Sassari Alghero - si domanda il consigliere Dem. O pensavate che quelli che vogliono fermare la Tav, la Tap, le Olimpiadi, che vogliono uscire dall'Euro, sarebbero stati diversi nei nostri confronti».

«Quando la politica vuole fare, o non fare, trova sempre motivazioni burocratiche per coprire le proprie scelte ideologiche. Volevate il cambiamento, eccolo servito in un piatto d'argento. E ricordatevi che la Lega è al governo, non facciamoci prendere in giro» conclude Enrico Daga.

Commenti

References

  1. ^ GUARDA I DOCUMENTI (notizie.alguer.it)

Fonte: Alguer

References

  1. ^ GUARDA I DOCUMENTI (notizie.alguer.it)

Il neo presidente del Consorzio turistico Riviera del Corallo sveste i panni dell´associazione di categoria, si tuffa nella polemica politica e sullo stop dei Ministeri all´Ambiente e ai Beni culturali alla 4 corsie parla di «situazione surreale» sfidando il sindaco

4 corsie, Di Gangi contro il sindaco: surreale

image

ALGHERO - Marco Di Gangi si tuffa nella polemica e all'indomani dello stop dei Ministeri all'Ambiente e ai Beni culturali alla 4 corsie parla di «situazione surreale». Il neo presidente del Consozio Turistico Riviera del Corallo sveste i panni dell'associazione di categoria e si scaglia pesantemente contro lo stesso sindaco di Alghero e quello che, secondo lui, sarebbe il motivo del declassamento della Sassari-Alghero: «il Piano Paesaggistico Regionale del 2004 fortemente voluto da Soru e dal gruppo di Progetto Sardegna , il cui capogruppo, giova ricordarlo, era proprio Mario Bruno».

Nonostante i documenti degli assessorati competenti agli atti della Commissione di Valutazione d'Impatto Ambientale parlino chiaro, escludendo ogni vincolo per la realizzazione del primo lotto della strada [GUARDA I DOCUMENTI[1]], Di gangi tira dritto e parla di «fatto singolare, ma anche sconcertante, la tardiva presa di coscienza del sindaco Bruno e di chi allora in Regione concorse ad approvare quella scellerata legge vincolistica le cui conseguenze pesano ancora oggi come un macigno sul l’esigenza di crescita del nostro territorio».

«Riconosca pubblicamente il sindaco che quella legge da lui voluta e votata è profondamente sbagliata in molte sue parti, saremo al suo fianco per difendere il completamento di un’opera fondamentale per tutti i nostri cittadini e per lo sviluppo economico del territorio» conclude Marco Di Gangi, già portacolori di Azione Alghero e vice presidente di Energie per l'Italia. «Un piano che é arrivato il momento di modificare profondamente».

Commenti

image
image
image
image
image
image
image
image

Fonte: Alguer





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie