sardanews

per una comunit che accoglie

Martedì sera, nella sala conferenze de Lo Quarter, è previsto l´evento “Per una comunità che accoglie, riflessioni di Lorenzo Braina”. Sarà organizzato dal Gruppo Umana Solidarietà Guido Puletti, ente attuatore per l’Amministrazione comunale delle attività di gestione del Progetto Junts Sprar di Alghero

image

ALGHERO - Martedì 31 ottobre, alle 18, nella sala conferenze de Lo Quarter, è previsto l'evento,”Per una comunità che accoglie, riflessioni di Lorenzo Braina”. Sarà organizzato dal Gruppo Umana Solidarietà “Guido Puletti”, Ente attuatore per l’Amministrazione Comunale delle attività di gestione del Progetto “Junts” Sprar di Alghero. Il Progetto consente di far fronte alle esigenze di accoglienza ordinaria materiale ed ai servizi di mediazione linguistica-culturale, orientamento ed accesso ai servizi del territorio, formazione e riqualificazione professionale, orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo, abitativo, legale e sociale, per venti richiedenti o titolari di tutela internazionale.

I servizi sono sempre erogati e supportati da operatori con pluriennale esperienza, da un'assistenza socio-psico-sanitaria in collaborazione con le istituzioni scolastiche, le associazioni, professionisti ed aziende operanti sul territorio. Premialità del progetto è stata l’ideazione di un’accoglienza diffusa attraverso il reperimento di idonei alloggi dislocati capillarmente in tutti i quartieri cittadini contro ogni forma di ghettizzazione spaziale ed isolamento sociale. Dopo i gravi fatti avvenuti nel quartiere sassarese di Sant'Orsola ed in altre parti d'Italia, che rischiano di minare il percorso di questi progetti, gli organizzatori hanno deciso di organizzare un evento “di sensibilizzazione che scongiuri la resistenza agli interventi di accoglienza anche nella nostra città”.

Attraverso la partecipazione di Lalla Careddu, Franca Masu, Antonio Bruzzì e di Lorenzo Braina, si aprirà un dialogo sui temi dell’educazione alla multiculturalità, nell’ottica di una società multietnica che sia aperta e favorevole all’accoglienza, con Careddu in veste di moderatrice. Partendo da un reading composto da alcuni brani su tematiche relative alle persone in viaggio, migranti, alla resistenza all'integrazione ed all'opportunità dell'accoglienza, si vuole restituire alla cittadinanza un’idea di una comunità che può essere attiva e partecipe per un’ inclusione che sia arricchimento sociale e culturale per tutti, dalle prime fasce d’età.

Commenti

Vedi su Alguer.it