sardanews

Alghero omaggia Sergio Bolgeri - Alghero Eco

Inaugura questa sera – venerdì 27 ottobre – ad Alghero, negli spazi espositivi de Lo Quarter dalle ore 19, la mostra-omaggio a Sergio Bolgeri, visitabile per oltre un mese. E’ inserita all’interno dell’esposizione artistica Sartegna contemporanea, il progetto d’arte curato dall’algherese Giovanni Corbia con le opere di Sergio Bolgeri, Sergio Canu, Stefano Cherchi, Efisio Niolu, Marco Pili, Davide Pilia, Paolo Piria e Maria Grazia Tuveri.

“Un grande omaggio che ci rende orgogliosi – ha detto il sindaco di Alghero Mario Bruno-, Sergio Bolgeri è l’artista algherese che con la sua opera ha divulgato con un senso di smisurato affetto la nostra cultura. La sua arte lo porta ad essere tra gli artisti più autorevoli – che oltre all’innato talento naturale, alla ricerca e allo studio – gli hanno consentito di sperimentare nuovi e straordinari modi espressivi. Per quasi un decennio, dal 1985 al 1993, ha curato l’immagine grafica delle manifestazioni dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Alghero. Ha realizzato opere importanti nelle chiese di gran parte della Provincia e dell’Isola e, tra le tante sue espressioni artistiche, possiamo ammirare quelle del Centro residenziale anziani di Alghero, dell’aeroporto militare e della comunità di Padre Morittu a S’Aspru. Ha realizzato tantissime scenografie per la Città e ha collaborato alla riuscita di prestigiosi eventi. Un marchio di fabbrica, quello di Sergio Bolgeri, che ha accompagnato la Riviera del Corallo in giro per il mondo, costituendo nel tempo, così, un pezzo di storia algherese, indimenticabile e di cui andare fieri. E se La storia siamo noi, quella di Sergio è la nostra storia, di un uomo di mestiere, nel senso più alto del temine, che ha sempre prediletto il cantiere all’accademia. Il suo punto di vista inequivocabile ed elegante lo rappresenta in tutta la sua suggestione e non ha bisogno di firme. Infatti Sergio Bolgeri ha un carattere così personale e riconoscibile che non lascia dubbi. Figlio d’arte, suo padre Lorenzo è stato un grande decoratore edile algherese che ha contribuito a forgiare l’espressività di Sergio e di altri artisti algheresi. L’Amministrazione, la città tutta, è fiera di attribuirgli tutto il valore che merita la sua arte e il suo talento, compresa la sua originale poesia che accompagna il suo stile di vita libero e indipendente. Sergio Bolgeri è certamente uno dei protagonisti assoluti che ha insegnato a interpretare la vocazione culturale e artistica della città con instancabile passione” – concluso il primo cittadino.

Vedi su Algheroeco