sardanews

Sanità, Alghero-Ozieri Primo livello: conferenza

Per il presidio di Alghero – Ozieri, inserito nelle reti di neuro riabilitazione e riabilitazione intensiva, oltre alle discipline e servizi già esistenti nei due stabilimenti (Medicina, Chirurgia, Oculistica, Otorinolaringoiatria, Urologia, Cardiologia, Neurologia, Pediatria, Ostetricia e Ginecologia, Ortopedia, Centro trasfusionale, Riabilitazione e radiologia con TAC, ecografia e RMN), si avvia dal 2018 un programma di potenziamento dei servizi di Pronto Soccorso-Osservazione breve intensiva, si attiva la funzione di Semintensiva generale e le discipline di Oncologia e Lungodegenza. La attività del punto nascita-pediatria e dell’Ostetricia e Ginecologia di Alghero sarà sottoposta a valutazione annuale di volumi ed esiti.  Il presidio di Alghero Ozieri verrà classificato, entro il 2018, come presidio di I livello, con la contestuale istituzione della Rianimazione. Successivamente, la funzione del presidio di Alghero – Ozieri sarà oggetto di attento monitoraggio in relazione alle esigenze epidemiologiche e demografiche con particolare riguardo alle patologie tempo-dipendenti. In linea con il riconoscimento della funzione del presidio ospedaliero unico nella rete dell’emergenza-urgenza regionale, nell’ambito del programma di investimenti in sanità, si prevede la realizzazione di un nuovo ospedale della città di Alghero nel rispetto dei requisiti strutturali e tecnologici propri dei DEA di primo livello”. E’ il testo della legge sulla nuova Rete ospedaliera approvato in Consiglio Regionale nei giorni scorsi, al centro della conferenza stampa in programma per la giornata di domani – sabato 28 ottobre, alle ore 11, presso la Sala Municipale di Ozieri – alla presenza dei sindaci delle due città, Mario Bruno e Marco Murgia.

“Una battaglia partita da lontano che ci ha portato ad ottenere un buon risultato, grazie all’attività di tutti, dei Consigli comunali con le competenti Commissioni, lo sforzo dei colleghi Sindaci del territorio e l’impegno dei Consiglieri regionali” precisano i Sindaci di Alghero e Ozieri, che sottolineano l’importanza del riconoscimento del Primo livello per l’offerta sanitaria dell’intera Provincia e l’intera Area Socio Sanitaria Locale dell’Ats.

Vedi su Algheroeco