sardanews

14 nuove scuole in Sardegna con 55mln

image

(ANSA) - SASSARI, 26 OTT - Quattordici nuove scuole e 55 milioni di euro per dare nuova linfa all'istruzione e al mondo del lavoro in Sardegna. I concorsi di progettazione per le sedi da costruire, distribuite in tutta l'isola, sono stati presentati nell'aula magna del Liceo Azuni di Sassari dal presidente della Regione, Francesco Pigliaru, e dall'assessore della Pubblica istruzione, Giuseppe Dessena, alla presenza dei sindaci dove sorgeranno le nuove strutture.    Complessivamente le scuole del Nuovo Millennio sono 29 (14 nuove, 10 progetti avviati, 4 del Miur e la scuola ad Olbia) e i lavori di realizzazione partiranno i primi mesi del 2018. Sono state pensate attraverso un modello di approccio innovativo che ha reso protagonisti gli attori locali come i sindaci, i commissari delle Province, i dirigenti scolastici, le famiglie e gli studenti, e ancora l'Unità di Progetto Iscol@ della Regione, il gruppo di lavoro delle Università di Cagliari, Sassari e del Politecnico di Milano.    I nuovi interventi riguarderanno le scuole di Escalaplano (Istituto comprensivo), Guasila (Istituto comprensivo), Monti (Istituto comprensivo), Scano Montiferro-Tresnuraghes-Sagama- Sennariolo (Istituto comprensivo), Neoneli (Scuola Primaria), Olbia (Infanzia e Primaria), Posada (Primaria e secondaria di primo grado), Thiesi (Istituto comprensivo), Uta (primaria e secondaria di primo grado), Villaspeciosa(infanzia). "Il progetto Iscol@ è uno dei più importanti progetti di edilizia scolastica in Italia, se non il più importante - ha detto Pigliaru - I 55 milioni di euro investiti in questa seconda fase si sommano ad altri 57 già impegnati per 10 progetti già avviati, che riguardano sempre le scuole del nuovo millennio. E a questi si aggiungono altri 138 milioni investiti per interventi di manutenzione e ammodernamento di altre scuole in tutta l'isola, per un totale di 250 milioni messi a correre dall'amministrazione regionale sull'edilizia scolastica", ha sottolineato il governatore. (ANSA).   

Fonte: Ansa