sardanews

“Agiudu torrau” al via per 10 famiglie in difficolt - Cronaca

image
BANARI. Saranno dieci i cittadini di Banari a beneficiare dell’“Agiudu torrau”, il reddito di inclusione sociale (Reis) previsto dalla Regione. Con un provvedimento del responsabile del settore Socio-culturale, nei giorni scorsi è stato disposto l’avvio del programma e l’assunzione dell’impegno di spesa.Si tratta di 32.400 euro, con cui l’ente locale guidato dal sindaco Antonio Carboni potrà erogare un sussidio per una durata di 12 mesi, fatto salvo, comunque, l’effettivo avvio e svolgimento del contratto sociale condiviso tra le parti, nonché le soggettive esigenze di ordine sociale ed economico e di eventuale frequenza scolastica del nucleo familiare interessato. Sulla base delle linee guida regionali, l’ammontare del sussidio può andare da un minimo di 200 euro mensili per nuclei familiari di un solo componente, ad un massimo di 500 euro per nuclei di quattro o più componenti. Qualora il nucleo sia già beneficiario del “Sia” – sostegno all’inclusione attiva – previsto dallo Stato, il Reis viene ridotto di un importo corrispondente.Sempre le linee guida regionali prevedono che i comuni possano attivare progetti di: servizio civico comunale per uno dei membri del nucleo beneficiario, servizi per la comunità, partecipazione all’attività delle associazioni sociali e culturali del territorio per gli altri membri del nucleo familiare e adempimento dell’obbligo dei minori presenti nel nucleo di frequentare un percorso scolastico o formativo fino ai 18 anni. Ancora, è possibile l’attivazione di progetti d’inclusione attiva che costituiscano “buone prassi”; promozione e attivazione di tirocini formativi per uno o più membri del nucleo familiare, presso il Comune o presso le aziende del territorio; promozione e attivazione di progetti volti alle persone adulte che intendono proseguire gli studi interrotti o iniziare nuovi percorsi di studio anche universitari. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

vedi su La Nuova Sardegna