sardanews

Le segreterie Dem della Romangia si tingono di rosa - Cronaca

SORSO. Le segreterie del Pd della Romangia si tingono di rosa. Sabato scorso i tesserati dei circoli di Sorso e Sennori hanno celebrato i rispetti congressi nominando due donne per acclamazione. Il Pd sorsense ha archiviato l’esperienza della segreteria di Paolo Delrio per tentare il salto di qualità con un’altra Delrio, Maria Giovanna, medico stimato e cugina dell’ex segretario. Un nome portato al tavolo delle trattative da Antonio Spano, che ha raccolto la condivisione del partito e pagato un pedaggio – ha perso posti in segreteria – all’area del vicecapogruppo in consiglio comunale, Michele Roggio. Nel suo discorso Maria Giovanna Delrio ha detto di voler prestare particolare attenzione al sociale, ai bambini, ai disoccupati e agli anziani: «Teniamo salde le posizioni e ci apriamo al dialogo con gli altri stando dalla parte di chi ha bisogno».L’obiettivo della nuova segretaria è compattare il partito per creare un’alternativa al governo del centrodestra in città. Il vicecapogruppo in consiglio comunale, Michele Roggio, ha sottolineato: «Dobbiamo smettere di essere un partito che agisce in funzione del singolo». Il capogruppo, Mino Roggio, ha ringraziato la segreteria uscente e dato il benvenuto alla nuova: «Il gruppo consiliare è a disposizione per far crescere il partito». La segreteria è così composta: Paolo Delrio, Michele Meloni, Silvia Creuso, Massimo Lizzeri, Giuseppe Serra, Gigi Biosa, Manuela Murineddu, Tania Santoni, Antonio Piana e Mario Satta.Alla guida del circolo di Sennori, invece, approda Maria Vittoria Cattari. Il congresso si è svolto sabato scorso (la segreteria non è stata ancora nominata) con una fetta del partito assente. Alla nuova segretaria spetta ora il compito di tenere insieme il rapporto tra le due aree del partito, gli ex Ds e gli ex Margherita, che spesso in passato si sono scontrate aspramente. Un compito delicato considerando anche che il Pd a Sennori fa parte della coalizione di governo del paese. «Ringrazio il segretario uscente, Salvatore Conti, per gli otto anni che ha passato alla guida del partito – ha detto Maria Vittorio Cattari –. Mi propongo di guidarlo nel modo più unitario possibile, creando occasioni di dialogo e confronto, nel partito e con tutta la popolazione». (s.s.)

vedi su La Nuova Sardegna